Gros-Pietro: "I 500 milioni per Fincantieri garantiti dallo Stato"

L'operazione finanziaria a monte della commessa è in via di definizione con Cassa Depositi e Prestiti che ha deliberato in cda un finanziamento fino a 500 milioni e interviene con la contro garanzia di Sace

Gian Maria Gros-Pietro con Romano Prodi

Brescia - Il finanziamento da 500 milioni che Intesa Sanpaolo ha concesso per l'operazione di Fincantieri, che costruirà due navi militari per l'Egitto, «non è passato in consiglio di amministrazione, è garantito da strutture dello Stato». Così il presidente della banca, Gian Maria Gros-Pietro, interpellato a margine del congresso Assiom-Forex. Fincantieri secondo indiscrezioni costruirà due fregate Fremm per l'Egitto. L'operazione finanziaria a monte della commessa è in via di definizione con Cassa Depositi e Prestiti che ha deliberato in cda un finanziamento fino a 500 milioni e interviene con la contro garanzia di Sace. Oltre a Intesa San Paolo e Cdp, controllante Fincantieri, sono state coinvolte nel finanziamento due grandi banche internazionali (Bpn e Santander).

©RIPRODUZIONE RISERVATA