Cantieri navali cinesi: rallenta l'attività, aumentano gli ordini

La Cina ha l'industria navale più importante del mondo, che rappresenta il 30,4 per cento del tonnellaggio navale completato dall'industria dei costruttori navali globale e il 65,5 per cento dei nuovi ordini totali nel primo trimestre

Pechino - L'industria cantieristica cinese ha rallentato la sua produzione durante il primo trimestre, in parte a causa della nuova epidemia di coronavirus, ma i nuovi ordini sono cresciuti, secondo i dati del governo. L'industria ha completato la realizzazione di navi con un tonnellaggio di circa 7 milioni di portata lorda da gennaio a marzo, in calo del 27,3 per cento su base annua, secondo i dati del Ministero dell'Industria e della Tecnologia dell'Informazione. I costruttori navali del Paese hanno ricevuto nuovi ordini per un totale di 4,89 milioni di tonnellate di portata lorda nel periodo, in aumento del 6,5 per cento rispetto all'anno precedente.
Alla fine del mese scorso, il settore della costruzione navale cinese aveva ricevuto ordini per 79,55 milioni di tonnellate, in calo del 5,6 per cento su base annua. La Cina ha l'industria navale più importante del mondo, che rappresenta il 30,4 per cento del tonnellaggio navale completato dall'industria dei costruttori navali globale e il 65,5 per cento dei nuovi ordini totali nel primo trimestre, hanno mostrato i dati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA