Silversea Cruises ha preso in consegna Silver Origin

Le ultime innovazioni tecnologiche permettono una riduzione del 15% del consumo di carburante e minori emissioni di gas di scarico

di Matteo Martinuzzi

Trieste - Silversea Cruises ha preso in consegna Silver Origin, la sua nuova unità di spedizione concepita esclusivamente per le crociere alle Isole Galapagos. La cerimonia si è svolta in forma privata a Rotterdam alla presenza dei vertici della compagnia monegasca e del cantiere costruttore De Hoop Shipyard. Questa piccola nave ha una stazza lorda di 6.366 tonnellate, è lunga “fuori tutto” 101,50 metri e può ospitare un massimo di 102 passeggeri. Molti spazi sono stati progettati dallo studio Hirsch Bedner Associates di Miami, mentre le suites dei passeggeri ed i corridoi sono stati progettati dallo studio Genovese GEM.
Costruita pensando all'ambiente, è una delle navi più efficienti dal punto di vista energetico della sua classe. Incorpora caratteristiche a basso impatto ambientale per rispettare le norme e i regolamenti futuri, oltre alle norme della Direzione del Parco Nazionale delle Galapagos.

Le ultime innovazioni tecnologiche permettono una riduzione del 15% del consumo di carburante e minori emissioni di gas di scarico. Il sistema di posizionamento dinamico della nave verrà utilizzato quando sarà posizionata sopra delicati ecosistemi del fondale marino per evitare che l'ancora causi danni; le suite incorporano sistemi di purificazione dell'acqua dolce che convertono l'acqua di mare in acqua potabile, riducendo così drasticamente l'uso della plastica a bordo. Un sistema di trattamento delle acque reflue soddisfa le più severe normative internazionali. Inoltre, tutti i rifiuti saranno sottoposti a una rigida procedura di separazione a bordo e saranno consegnati a un'impresa locale per essere riciclati o spediti fuori dalle isole. Come punto chiave di accesso alla nave, il marina è stato progettato con grande attenzione ai dettagli per offrire agli ospiti un'esperienza di arrivo/sbarco senza precedenti.

L'area di imbarco degli Zodiac (i gommoni per le escursioni naturalistiche), è dotata di comodi divani, di docce per gli ospiti per il risciacquo dell’attrezzatura, di rastrelliere per riporre comodamente mute e altro equipaggiamento e un'innovativa poppa ribaltabile con speciali strutture di imbarco che possono ospitare contemporaneamente due Zodiac. Poiché “Origin” avrà il più alto rapporto Zodiac-ospite nelle Galapagos (1:12,5), tra i ponti 2 e 3 è stato creato un grande garage con porte idrauliche, boccaporti e gru per immagazzinare sei degli otto Zodiac della nave, mentre due saranno riposti a prua. «Diamo il benvenuto alla bellissima Silver Origin nella nostra flotta come prima nave dall’inizio della nostra collaborazione con Royal Caribbean Cruises Ltd.,» afferma l’Amministratore Delegato di Silversea, Roberto Martinoli. «La nave dimostra quanto sia stata fruttuosa questa collaborazione e fornisce un’indicazione del grande successo che ci attende. Con l’esperienza di Silversea nella destinazione ed il prezioso supporto del gruppo RCL, con Silver Origin abbiamo ampliato i confini del viaggio extra-lusso nelle Galapagos».

Appena prenderà servizio la nuova nave, ovviamente in base all’evoluzione della pandemia in corso, il gruppo Royal Caribbean potrà vantare le due navi più innovative sulla destinazione delle Galapagos. Infatti lo scorso anno ha preso in consegna dal medesimo cantiere anche Celebrity Flora (5.922 t.s.l.) destinata al proprio marchio premium Celebrity Cruises. In ogni caso il debutto di una nuova nave è un segno di speranza nella prossima ripartenza del settore che vedrà Silversea impegnata in altre importanti sfide a partire dal completamento della sua nuova ammiraglia Silver Moon, attualmente in avanzato stato di allestimento presso lo stabilimento Fincantieri di Ancona.

le suites dei passeggeri ed i corridoi sono stati progettati dallo studio Genovese GEM

©RIPRODUZIONE RISERVATA