Crisi del cantiere navale Meyer Werft, pronto il salvagente pubblico

L'associazione tedesca dei cantieri navali Verband für Schiffbau und Meerestechnik (VSM) ha accolto con favore la scelta del sostegno pubblico

Papenburg - Il cantiere tedesco Meyer Werft, uno dei principali costruttori al mondo di navi da crociera, riceverà un pacchetto di aiuti dal governo regionale della Bassa Sassonia, dove ha sede l’azienda. Il ministro dell'Economia della Bassa Sassonia, Bernd Althusmann, ha annunciato che lo Stato è in trattative con Meyer Werft su come aiutare il cantiere, che è stato duramente colpito dopo che la crisi del Coronavirus ha fermato virtualmente le navi da crociera. "È possibile dare al cantiere una prospettiva futura certa", ha detto Althusmann.

L'associazione tedesca dei cantieri navali Verband für Schiffbau und Meerestechnik (VSM) ha accolto con favore la scelta del sostegno pubblico. "Questa decisione dimostra che la politica ha compreso le difficoltà della costruzione navale dovute alla pandemia e sta prendendo sul serio la cosa", ha affermato Reinhard Lüken, amministratore delegato di VSM. Lüken ha inoltre invitato le autorità tedesche a “creare incentivi di mercato affinché gli investitori privati ordinino navi con tecnologie rispettose dell'ambiente”. “Il governo dovrebbe anche studiare come ridurre i costi generali affrontati dai cantieri navali tedeschi”. “I prezzi mondiali della cantieristica stanno diminuendo e i cantieri in Germania - e altrove in Europa - saranno a lungo sotto pressione per ridurre la loro capacità se non verranno prese misure per aiutarli a rimanere competitivi”, ha detto Lüken.

©RIPRODUZIONE RISERVATA