Coin ceremony per la nuova ammiraglia da crociera: Celebrity Beyond

Si tratta della terza nave di classe “Edge” che seguirà Celebrity Edge e Celebrity Apex. Entrambe hanno una stazza lorda di 130.818 tonnellate con 1.467 cabine a disposizione degli ospiti. La nave che sta prendendo forma ora invece sarà la prima versione allungata del prototipo.

di Matteo Martinuzzi

Trieste - Si è svolta a Saint-Nazaire la Coin ceremony della nuova Celebrity Beyond, la cui costruzione è già a buon punto nel super-bacino dei Chantiers dell’Atlantique. L’occasione è servita a Celebrity Cruises per annunciare che la nave debutterà nella primavera del 2022 e non nell’autunno del 2021 come precedentemente annunciato. Quindi la crisi Covid-19 ha portato anche questa nave ad un ritardo nei tempi di costruzione di circa 6 mesi. Ricordiamo che il cantiere francese ha in allestimento attualmente anche la Wonder of the Seas (231.000 tonnellate di stazza lorda) per il Royal Caribbean Group e anche per questa unità è stato annunciato un significativo ritardo di circa 10 mesi rispetto all’originale debutto previsto per il 2021.

Tornando alla “Beyond”, va ricordato che si tratta della terza nave di classe “Edge” che seguirà Celebrity Edge e Celebrity Apex. Entrambe hanno una stazza lorda di 130.818 tonnellate con 1.467 cabine a disposizione degli ospiti. La nave che sta prendendo forma ora invece sarà la prima versione allungata del prototipo. La lunghezza “fuori tutto” passerà da 306 a 327 metri, mentre la stazza lorda raggiungerà le 140.600 tonnellate. Anche il numero delle cabine passeggeri salirà a circa 1.650 per una capienza massima di 3.300 passeggeri su base doppia.

Ovviamente a bordo troveranno posto nuove attrazioni che però al momento l’armatore non ha ancora rivelato. Il progetto di queste navi premium ha rappresentato un grande successo al momento del debutto di “Edge” nel 2018; infatti si tratta di navi dalla sovrastruttura asimmetrica che si caratterizzano per una originale piattaforma mobile sulla fiancata di dritta che ha diverse funzioni in base al ponte su cui viene posizionata.

La seconda della serie, “Apex”, era pronta a marzo di quest’anno. Ma lo scoppio della pandemia l’ha costretta a fermarsi in banchina a Sain Nazaire fino alla fine di agosto. Purtroppo nei mesi più duri della prima ondata di Coronavirus a bordo si è sviluppato un importante focolaio della malattia tra i membri dell’equipaggio che erano giunti in Francia per lo start-up della nave.

Oggi invece si trova a Fort Lauderdale in attesa di poter iniziare la sua prima stagione commerciale. Tutto dipenderà dal cronoprogramma della ripresa delle crociere negli Stati Uniti che dovrà seguire le severe norme del “conditional sailing order” dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) statunitensi. A proposito della “coin ceremony”, la moneta saldata nello scafo ha lo scopo di portare fortuna alla nave: il suo posizionamento può avvenire in diverse fasi della costruzione di una nave. Al momento del varo tecnico sotto l’albero di maestra, sotto la chiglia al momento dell’impostazione o come in questo caso su una sezione di montaggio nel corso della costruzione.

Celebrity Cruises, brand noto per i suoi sforzi per colmare il divario di genere nel settore marittimo, ha scelto opportunamente una moneta della serie American Innovation Dollar in onore di Annie Jump Cannon, figlia di un costruttore navale americano, suffragista e astronomo pioniere accreditato dello sviluppo della classificazione stellare contemporanea.

«In un anno che ha continuamente messo alla prova la forza e la tenuta del nostro settore, è un segno incoraggiante proseguire con la costruzione di Celebrity Beyond», ha dichiarato Richard Fain, Presidente del Royal Caribbean Group.

«Celebrity Beyond ha un significato importante: ci prepariamo a tornare in servizio e lo facciamo con fiducia e con grande ottimismo per il futuro». Dopo “Beyond” erano previste altre due sorelle in versione allungata con consegne nel 2022 e nel 2024, ma probabilmente anche queste saranno costrette a slittare nel tempo, con la speranza che nessuna cancellazione di ordine venga effettuata dall’armatore statunitense.

©RIPRODUZIONE RISERVATA