Tragedia ad Ancona: operaio si getta dal ponte di una nave in costruzione

L’uomo viveva con la compagna a Falconara e gli inquirenti hanno sequestrato il cellulare e disposto l’autopsia.

Ancona - Un uomo di 43 anni, originario di Augusta (Siracusa), capo operaio della Fincantieri, è morto gettandosi dal ponte di una nave in procinto di partire dal porto di Ancona per un varo tecnico. Per la Polmare si tratterebbe di un suicidio.
Da quanto si è appreso, dopo aver ricevuto una telefonata, l’uomo ha scavalcato la balconata e si sarebbe lasciato cadere. Sotto shock i suoi colleghi di lavoro. “Una tragedia” per il segretario della Fiom Marche, Tiziano Beldomenico. Sul posto sono intervenuti Capitaneria di porto, carabinieri, Polmare e Guardia costiera, oltre ai soccorritori del 118. L’uomo viveva con la compagna a Falconara e gli inquirenti hanno sequestrato il cellulare e disposto l’autopsia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA