Costa Crociere prende in consegna la "Firenze" / VIDEO

Con una stazza di 135.500 tonnellate lorde e una capacità di oltre 5.200 ospiti, Costa Firenze fa parte di un piano di espansione che comprende un totale di 7 nuove navi in consegna per il gruppo Costa entro il 2023

di Matteo Martinuzzi

Costa Crociere: ecco "Firenze", la nuova ammiraglia della flotta

Venezia -“Costa Firenze” è stata consegnata ufficialmente a Costa Crociere da parte di Fincantieri nel corso di una cerimonia tutta digitale, alquanto inusuale e dettata dai tempi del coronavirus. Sono intervenuti in videoconferenza Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, Giampiero Massolo, presidente di Fincantieri, Arnold Donald, amministratore delegato del gruppo Carnival, Michael Thamm, ad del gruppo Costa e di Carnival Asia, mentre Mario Zanetti, direttore commerciale di Costa Crociere e del gruppo Costa Asia era presente in cantiere a Marghera, dove la nave è stata costruita. Infatti in mattinata quest’ultimo ha firmato il contratto ufficiale di accettazione della nuova nave. Originariamente era previsto che “Firenze” fosse finita a fine settembre, poi la chiusura dei cantieri italiani nel corso delle prime chiusure forzate ha portato a questo slittamento. È stato importante per Fincantieri consegnare la nave entro l’esercizio 2020, la terza dopo il riavvio dell’attività degli stabilimenti del gruppo triestino: «La situazione finanziaria ed economica di Fincantieri non ha subìto significative variazioni rispetto a quanto comunicato nei trimestri precedenti - ha spiegato Bono -. La società ha dimostrato una resilienza eccellente evitando la cancellazione di ordini e rafforzando la relazione con i clienti del settore crocieristico. Siamo un’azienda in crescita, che ha acquisito una reputazione e credibilità internazionali che ne faciliteranno questa crescita, e possiamo fare affidamento su di un portafoglio ordini che ci assicura una visibilità di lungo periodo e l'opportunità di aumentare efficienza, produttività e marginalità».

Il manager ha lanciato un appello ai governi, che sostengano il settore tramite il Fondo per la ripresa e resilienza, garantendo che quello che sarà investito porterà grandi benefici a tutta la filiera produttiva. Si tratta quindi di un’occasione che non va sprecata. Costa invece aspetterà fine febbraio, pandemia permettendo, per dare il via all’operatività della nave. Genova sarà il porto di partenza della “Firenze” fino al prossimo autunno, visto che la Superba è ormai tornata da qualche anno scalo fisso della compagnia: a differenza degli anni precedenti le toccherà alla nave più nuova della flotta: «La consegna della nuova “Firenze” è un segno di speranza per tutto l’ecosistema crocieristico-turistico e rappresenta la testimonianza più tangibile della volontà del nostro gruppo di ripartire - dice Thamm -. Il nostro auspicio è che le persone possano tornare presto a viaggiare e sempre più navi possano riprendere a navigare, contribuendo al rilancio del turismo in Italia, in Europa e nel mondo. Guardando oltre la pandemia, l'obiettivo di Costa è progettare un futuro sostenibile e a emissioni zero per le crociere. Ci auguriamo che la nostra partnership consolidata con Fincantieri possa portare le nostre aziende a lavorare insieme su di una tabella di marcia che ci permetta di raggiungere questo obiettivo ambizioso ma essenziale».

Con una stazza di circa 135.500 tonnellate lorde e una capacità di oltre 5.200 ospiti, la nuova nave è stata concepita per il mercato cinese, che raggiungerà una volta terminata la sua stagione inaugurale europea. Il progetto degli interni rende omaggio a Firenze, culla dell’arte e della cultura Rinascimentali. L’auspicio è anche che questa nave contribuisca a un altro rinascimento, quello del settore crocieristico, ricorda Zanetti, aggiungendo che grazie alle escursioni protette in occasione degli scali alla Spezia, i passeggeri potranno visitare la città cui la nave è dedicata, portandone così i relativi benefici economici.

Nel 2021 saranno offerti due diversi itinerari di una settimana nel Mediterraneo Occidentale. Il primo, a partire dal 28 febbraio, comprende Genova, La Spezia e Napoli, oltre a Valencia, Barcellona e Marsiglia. Il secondo itinerario, disponibile da maggio a ottobre 2021, toccherà Genova, Civitavecchia, Napoli, Ibiza, Barcellona e Marsiglia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA