In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

San Giorgio ospita la nave dei record

Monfalcone - San Giorgio del Porto, società parte del gruppo Genova Industrie Navali, in questi giorni ha l’onore di ospitare nel proprio cantiere di Marsiglia (Chantier Naval de Marseille) la "Wonder of the Seas", la più grande nave da crociera mai costruita al mondo

Matteo Martinuzzi
2 minuti di lettura

Monfalcone - San Giorgio del Porto, società parte del gruppo Genova Industrie Navali, in questi giorni ha l’onore di ospitare nel proprio cantiere di Marsiglia (Chantier Naval de Marseille) la "Wonder of the Seas", la più grande nave da crociera mai costruita al mondo. Quest’ultima ha da poche settimane lasciato i Chantiers de l’Atlantique di Saint Nazaire dove è stata realizzata: in attesa della consegna ufficiale (infatti batte ancora bandiera francese) passerà l’inverno nella città focese prima di debuttare ufficialmente il prossimo marzo da Fort Lauderdale. Quinta nave della mastrodontica classe Oasis, “Wonder” ha una stazza lorda di 236 mila tonnellate, 362 metri di lunghezza, 64 di larghezza, 2.867 cabine passeggeri per una capacità massima di circa 6.900 passeggeri, a cui vanno aggiunti i 2.300 membri dell’equipaggio. La grande nave ha ormeggiato all’interno del bacino di carenaggio numero 10, il più grande del Mediterraneo, dove effettuerà alcuni lavori di finitura per conto di Royal Caribbean International in vista della definitiva accettazione da parte dell’armatore americano.

Però “Wonder” resterà galleggiante durante questo periodo di sosta a Marsiglia perché a partire da fine settembre il bacino 10 non ha più una barcaporta omologata che lo può chiudere. Questa vasca concepita per le superpetroliere, è stata rimessa in servizio quattro anni fa nell’ambito dei Cndm grazie ad un progetto guidato dal porto marsigliese per sviluppare le attività di riparazione navale. Viste le sue dimensioni impressionanti (465 metri di lunghezza per 85 metri di larghezza) sarebbe stata ideale per ricoverare le nuove navi da crociere sempre più grandi. Allora il porto aveva affidato ad un consorzio di imprese la costruzione di una nuova barcaporta. Ma la struttura in cemento, lunga 87 metri, larga 15 e del peso di 9.100 tonnellate, ha sofferto di problemi di fessurazione durante la sua costruzione nel 2015 e nonostante le correzioni apportate dal costruttore nessuno ha ovviamente voluto assumersi la responsabilità di impiegarla.

Come soluzione d’emergenza era stata restaurata la barcaporta originale, vecchia ormai di quarant’anni, ma Bureau Veritas ha fatto decadere la sua certificazione lo scorso settembre dopo quattro anni di uso emergenziale che però ha permesso di riattivare il grande bacino. Secondo quanto afferma Mer et Marine una nuova barcaporta è in costruzione nel cantiere italiano di Piombino dopo una gara internazionale vinta da San Giorgio del Porto. Progettata per una durata di 50 anni, dovrebbe arrivare a Marsiglia nella primavera del 2022. Una volta completati i test, il bacino 10 sarà nuovamente in grado di mettere a secco le navi per la felicità delle maestranze focesi. Nel frattempo verrà utilizzato solo come banchina per lavori sopra l’opera viva: così la “Wonder” resterà fino a febbraio a svernare a Marsiglia in attesa della sua stagione inaugurale che la porterà anche nelle acque del Mediterraneo.

Pierenrico Beraldo, neopresidente di Cndm, spiega che il «Chantier Naval de Marseille è molto orgoglioso di accogliere la più grande nave da crociera al mondo e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico. Questo arrivo è una conferma della capacità del cantiere di accogliere le navi più grandi e della collaborazione molto positiva con Chantiers de l’Atlantique. Oltre a ciò siamo molto contenti che Royal Caribbean International, uno dei principali armatori di navi da crociera, abbia riposto la propria fiducia in noi».

I commenti dei lettori