La Spezia, le officine dell’Arsenale per formare i lavoratori

La Marina Militare mette a disposizione dell’Its della Spezia spazi didattici e officine dell’Arsenale. A sua volta l’Istituto tecnico per l’area tecnologica fornirà ai marinai la formazione necessaria per una riqualificazione del personale

di L. Iv.

La Spezia - La Marina Militare mette a disposizione dell’Its della Spezia spazi didattici e officine dell’Arsenale. A sua volta l’Istituto tecnico per l’area tecnologica fornirà ai marinai la formazione necessaria per una riqualificazione del personale. Un accordo, quello siglato ieri mattina a palazzo civico, cui si inserisce anche il Comune della Spezia impegnato a valorizzare le attività formative previste nell’accordo attraverso il Piano formativo territoriale condiviso con Regione Liguria. A firmare l’accordo di collaborazione c’erano ieri il presidente della Fondazione Its Roberto Guido Sgherri, il comandante marittimo nord ammiraglio di divisione Pierpaolo Ribuffo e il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini. «Una grande opportunità – ha commentato il primo cittadino –, resa possibile da un lavoro di squadra, che darà la possibilità a tanti giovani spezzini di specializzarsi, alle imprese di diventare quindi più competitive e anche alla Marina Militare di essere competitiva a fronte del grande cambiamento tecnologico di questi anni, attraverso una riqualificazione del proprio personale»: definiti i compiti di ciascuno dei tre enti che hanno sottoscritto il protocollo.

La Marina Militare come detto mette a disposizione locali all’interno dell’Arsenale per le attività didattiche dell’Its, il Comune promuoverà l’iniziativa attraverso la programmazione regionale Por Fse 2021-2027, Its garantirà l’erogazione dei corsi anche al personale militare e civile della Marina, rilasciando gli attestati e le certificazioni. Un nuovo passaggio di avvicinamento e di apertura dell’Arsenale nei confronti della città: «La Marina Militare alla Spezia assolve alla sua missione istituzionali ma in termini di servizio è nostro dovere integrarci armoniosamente con il tessuto sociale e con il territorio, come un valore aggiunto» ha sottolineato l’ammiraglio Ribuffo. Its è stata individuata come la realtà adeguata per portare avanti questa collaborazione, occupandosi da oltre dieci anni alla Spezia di formazione pubblica terziaria nel settore della meccanica navale e della nautica post diploma. L’80% degli studenti che finiscono il percorso vengono inseriti nelle aziende «in posizioni interessanti – ha ricordato Sgherri – con una retribuzione e una carriera importante».

©RIPRODUZIONE RISERVATA