Alla Spezia, nuova base navale e dell'Arsenale militare. La Garibaldi sarà piattaforma lancio-satelliti in seguito alla chiusura della stazione russa

L'ammiraglio Enrico Credendino, capo di Stato maggiore della Marina: “138 assunzioni stabilite nella Legge di bilancio”

di Mariano Alberto Vignali

La Spezia – Riorganizzazione degli spazi, nuovi moli d'attracco rinnovamento delle infrastrutture per accogliere le future unità della Marina Militare, in un'ottica di continuità anche con la produzione cantieristica. C'è questo nel prossimo futuro della Base navale e dell'Arsenale militare spezzino. Un programma ben chiaro che prevede una tempistica decennale, in linea e vincolato con il programma di ammodernamento del naviglio.

CONTINUA

©RIPRODUZIONE RISERVATA