Il successo del Salone Nautico nei numeri del settore / FOCUS

Il fatturato complessivo della nautica nel 2020 si è attestato a 4,66 miliardi di euro, solo in lievissima flessione e nel dettaglio il comparto della produzione cantieristica è cresciuto dell'1,36%

Genova - Crescita record di fatturato dell'industria nautica italiana registrata nell'anno nautico chiuso al 31 agosto 2021: +23,38%, trainato dalla crescita dell'export della cantieristica al massimo valore storico di 2,8 miliardi di euro. Sono i dati della nuova edizione del rapporto La nautica in cifre LOG, presentato questo pomeriggio al Salone Nautico di Genova, resi ancora più significativi dal fatto che non si tratta di un rimbalzo dopo un anno in netta perdita, ma di crescita ulteriore di un valore chiuso in un anno di resistenza.

Il fatturato complessivo della nautica nel 2020 si è attestato a 4,66 miliardi di euro, solo in lievissima flessione e nel dettaglio il comparto della produzione cantieristica è cresciuto dell'1,36% grazie alla riapertura anticipata delle attività industriali, mentre ha segnato una flessione media dell'8,7% la componentistica (accessori nautici e motori marini), generata principalmente dagli effetti della chiusura delle attività produttive nei primi mesi di lockdown, derivanti dall'interruzione delle catene di approvvigionamento delle forniture e delle filiere logistiche connesse. Sempre per il 2020 ci sono inoltre due indicatori molto positivi: gli addetti diretti sono cresciuti del 2,4% superando quota 24 mila, ed è aumentato il peso del contributo al Pil dell'industria nautica, dal 2,2% al 2,37% con una performance migliore rispetto all'economia nazionale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA