A New York l'anteprima del Salone nautico di Genova

Il 13 luglio in un contesto d’eccezione come lo Yacht Club di New York a Manhattan si è svolta per la prima volta negli Stati Uniti d’America la presentazione del Salone Nautico Internazionale di Genova. Un'anteprima del Salone Nautico che si svolgerà a Genova dal 22 al 27 settembre

New York - Il 13 luglio in un contesto d’eccezione come lo Yacht Club di New York a Manhattan si è svolta per la prima volta negli Stati Uniti d’America la presentazione del Salone Nautico Internazionale di Genova. Un'anteprima del Salone Nautico che si svolgerà a Genova dal 22 al 27 settembre prossimo. Per un evento così importante per tutto il segmento nautico italiano si è scelta la capitale economica degli Usa. Con la sua eredità storica e il suo prestigio, New York, ha sempre svolto un ruolo da protagonista nel settore del yachting globale e insieme a Miami e Fort Lauderdale in Florida svolgono un ruolo di primo piano nel settore della ricerca, dell'innovazione e della progettazione di barche all'avanguardia.

Gli Stati Uniti d’America rappresentano stabilmente il primo mercato per la diportistica italiana nel mondo, con 10 anni di crescita continua a due cifre, la nautcia italiana ha nel mercato americano il suo luogo dei primati. Nel 2021 un volume d’affari di circa 500 milioni, 2022 a + 102% sul medesimo periodo. Ciò avviene perché l’industria della nautica da diporto italiana è la quintessenza del Made in Italy con barche che presentano allo stesso tempo tecnologia, alta progettazione, materiali, assieme a performance, innovazione, stile e creatività.

A conferma di questo record, le numerose aziende italiane, riferimento assoluto nel settore, e il Salone Nautico, evento di primaria importanza internazionale: "Il solo modo per ammirare in modo organico l’intera gamma di novità della produzione di barche e yacht Made in Italy sarà visitare il Salone nautico internazionale di Genova - dicono dalla Confindustria Nautica - unica vetrina internazionale dell’industria nautica italiana, che nella prossima edizione, dal 22 al 27 settembre, metterà a disposizione dei visitatori oltre 1.000 imbarcazioni".

L’esportazione di yacht italiani ha raggiunto nei primi mesi del 2022 il massimo storico, sfiorando la soglia dei 3,5 miliardi di dollari e il mercato americano rappresenta ormai un obiettivo strategico per i cantieri del nostro Paese: "Il percorso di comunicazione dell’eccellenza italiana nella nautica, per effetto della collaborazione costruita negli ultimi anni da Confindustria nautica e Agenzia Ice, inizia oggi a New York e servirà a consolidare il primato delle vendite negli Stati Uniti come prima destinazione di barche e yacht Made in Italy" dice Stefano Pagani Isnardi, direttore dell’Ufficio Studi di Confindustria nautica. "Se il 2021 è stato l'anno record per le vendite italiane in Usa e il 2022 è iniziato a due cifre, quest'anno sarà anche un anno destinato - con i prossimi - a sostenere e rilanciare la reputazione del Made in Italy autentico in Usa partendo da New York: lo abbiamo fatto a maggio per moda, design e gioielleria a Italy on Madison; a giugno a Fancy Food per l'alimentare e vini; a luglio per la nautica. E altro avverrà in Usa a cominciare da Miami, Los Angeles seguiti da Chicago e Houston" dichiara Antonino Laspina, direttore dell’Agenzia Ice di New York, coordinatore della rete Usa. "Per le ragioni di leadership della nostra industria, dovevamo aggiungere comunicazione nel primo mercato al mondo alle azioni commerciali e se da un lato abbiamo aumentato il numero delle fiere e le aziende presenti, per la prima volta siamo a New York e saremo a Fort Lauderdale, con comunicazione di settore e del Salon" conclude Carlo Angelo Bocchi, direttore dell'Ufficio Ice di Miami.

©RIPRODUZIONE RISERVATA