In due anni la Cina dominerà il mercato dei container

Pechino - La spinta propulsiva arriva dagli ingenti investimenti che Pechino sta già mettendo in campo per sviluppare la Via della Seta e dalla la fusione tra China Shipping e Cosco.

primopiano

Pechino - In meno di due anni la Cina diventerà il più grande operatore container al mondo. A concorrere al raggiungimento dell’obiettivo di dominio mondiale, ci sono due fattori: intanto la fusione tra China Shipping e Cosco ha creato un gigante sia sul mare, con una flotta tra le principali del settore, ma anche sulle banchine con un gruppo temrinalistico tra i più grandi. L’altra spinta propulsiva arriva dagli ingenti investimenti che Pechino sta già mettendo in campo per sviluppare la Via della Seta. Il tesoro che la Cina investirà nel progetto supera i 150 miliardi di dollari. Negli ultimi dodici mesi, sul fronte portuale sono già stati investiti 20 miliardi, come rivelano gli analisti di Ince & Co: «Se l’anno appena passato era servito all’Occidente per capire le intenzioni della Cina sull’iniziativa One Belt One Road, il 2018 sarà invece l’anno decisivo per vedere i primi effetti, soprattutto dal lato macro-economico» spiegano gli esperti. «Nessuno è al sicuro - continuano gli analisti - Gli operatori portuali più piccoli si interrogano sul loro futuro, su come il “fattore-Cina” rivoluzionerà il settore. Non è detto che tutto sia negativo: ci sono molte opportunità».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: