Traffico container, La Spezia punta a superare i due milioni di teu

La Spezia - Per raggiungere questo obiettivo la Port Community si è incontrata con i vertici di La Spezia Container Terminal (Lsct), lanciando un appello all’unità che coinvolge anche l’Autorità di Sistema Portuale.

La Spezia - Superare i due milioni di container di traffico e garantire la piena operatività di due nuovi accosti in grado di accogliere navi di portata superiore ai 10.000 container, tutto entro il 2020. Per raggiungere questo obiettivo la Port Community di La Spezia si è incontrata con i vertici di La Spezia Container Terminal (Lsct), lanciando un appello all’unità che coinvolge anche l’Autorità di Sistema Portuale e punta sulla condivisione per raggiungere risultati commerciali che sembrano tornare a portata di mano. «Durante l’incontro, i vertici del La Spezia Container Terminal e di Contship Italia (azionista di Lsct) ci hanno rassicurato circa il fatto che l’apertura alle grandi portacontainer di molti porti della costa est degli Usa renderà indispensabile un’accelerazione dei lavori in atto a La Spezia con l’entrata in servizio dei due accosti di Molo Garibaldi Levante in grado di accogliere navi da oltre 10.000 TEUs» ha spiegato Andrea Fontana, presidente degli agenti marittimi, a nome della Port Community La Spezia. Parallelamente la Community ha ottenuto dall’Autorità di Sistema Portuale garanzie per una rapida conclusione dei lavori di dragaggio dei fondali del porto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA