L'Authority di Venezia per la parità di genere in porto

"Vogliamo valorizzare le lavoratrici del porto, per andare oltre a qualsiasi tipo di distinzione di genere". Lo ha detto oggi il presidente dell'Autorità portuale di Venezia, Fulvio Lino Di Blasio

Una nave all'ingresso del canale petroli del porto di Venezia (foto d'archivio)

Venezia -  "Vogliamo valorizzare le lavoratrici del porto, per andare oltre a qualsiasi tipo di distinzione di genere". Lo ha detto oggi il presidente dell'Autorità portuale di Venezia, Fulvio Lino Di Blasio, alla presentazione dei Port Days 2021, la settimana di eventi che dal 4 al 10 ottobre racconterà ai cittadini la città portuale. Il porto lagunare si sta arricchendo di donne, che hanno assorbito ruoli in passato prettamente maschili: per questo "dobbiamo considerarle come complemento paritario, per un mondo del lavoro che possa essere più equilibrato e migliorare la vita di tutte le persone" ha aggiunto Di Blasio.

È in quest'ottica di superamento degli stereotipi che il 4 ottobre, nell'ambito della manifestazione, si terrà il seminario 'In rotta per la parità di genere nel cluster portuale veneto', durante il quale sei lavoratrici del comparto marittimo-territoriale lagunare parleranno del lavoro delle donne all'interno del porto e della possibilità di andare oltre i limiti in fatto di uguaglianza sul fronte di retribuzione, formazione e tutela sociale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA