Venezia, nave fuori controllo per un blackout. Fermata grazie ai rimorchiatori

Una nave cargo ha avuto un blackout mentre si trovava nel canale Malamocco-Marghera, all'altezza di Fusina, e solo il pronto intervento dei rimorchiatori ha evitato che si incastrasse sulle sponde del canale

Venezia (foto d'archivio)

Venezia - Nel porto di Venezia "quello che ho visto, rispetto ad altri sistemi portuali, è che tutto il sistema che va a regolare l'accesso, le precedenze, le distanze, l'ormeggio, è molto rigoroso. Più rigoroso che in altri porti". Lo afferma il presidente dell'Autorità di sistema portuale del mar Adriatico settentrionale Fulvio Lino Di Blasio, commentando quanto avvenuto questa mattina, quando una nave cargo ha avuto un blackout mentre si trovava nel canale Malamocco-Marghera, all'altezza di Fusina, e solo il pronto intervento dei rimorchiatori ha evitato che si incastrasse sulle sponde del canale.

"Questi sono fenomeni che rientrano nel mondo delle possibilità", e saranno "un ulteriore elemento che sarà tenuto in considerazione in un eventuale aggiornamento delle ordinanze", conclude Di Blasio. Nel canale in questione passano "3.700 navi all'anno", e quella di oggi era "una nave di 160 metri, larga 28 e che pesca 8 metri", aggiunge il comandante del porto, ammiraglio Piero Pellizzari. Secondo le informazioni fornite la nave avrebbe subito un blackout, poi risolto dopo l'intervento dei rimorchiatori. Ad ogni modo "adesso faremo gli accertamenti", e la nave partirà solo quando sarà in condizioni di navigare in sicurezza, conclude l'ammiraglio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA