Fratelli Cosulich, 30 milioni di utile (+96%) nel 2021

Nel 2022 prosegue lo sviluppo con diversificazione e acquisizioni

Augusto Cosulich

Genova - Il gruppo genovese Fratelli Cosulich ha chiuso il 2021 con risultati in crescita: 29,9 milioni di utile netto (+96%), 1,523 miliardi di ricavi (+39%) e un Ebitda di 38 milioni (+46%). Il 2021 è stato ancora un anno di sviluppo e ampliamento dell'attività per il gruppo che negli anni da agenzia marittima tradizionale si è evoluto nel campo degli operatori logistici, diversificando attraverso acquisizioni e joint venture.

La Fratelli Cosulich è tra gli armatori che hanno le navi bloccate nel porto di Mariupol. Nell'ultimo anno Fratelli Cosulich è diventata azionista di maggioranza in due aziende, l'agenzia marittima Marlines di Monfalcone (con l'80%) e la società di spedizioni Tpg Logistika (con il 70%) di Capodistria, ed è cresciuta anche nell'attività armatoriale. Per quanto riguarda il 2022, le previsioni sono di proseguire nella diversificazione dell'attività e nella crescita, guardando ogni opportunità di acquisizione.

Fra le partite già avviate ci sono l'apertura di Express Global Belgium, in Belgio, ad opera di due compagnie del gruppo, Express Global Slovenia e Archimede Gruden; l'avvio di una nuova società intermodale, Mcon, nei Balcani, per sostenere l'attività in un'area nevralgica; l'apertura della Fratelli Cosulich France, a supporto del trading di carburanti e l'apertura di Trasteel Turkey.

©RIPRODUZIONE RISERVATA