Traffico merci da gomma a rotaia: Bruxelles approva il piano austriaco

L'Austria ha messo sul piatto 205,2 milioni di euro per il 2020-2022, in modo da rendere meno costoso l'uso di "rolling highways" (trasporto di camion su rotaia attraverso vagoni ribassati) rispetto alla strada

Un treno merci in Austria

Bruxelles - Via libera della Commissione europea alla misura con cui l'Austria intende incoraggiare il passaggio del traffico merci dalla gomma alla rotaia nelle zone montuose del Paese, inclusa quella del Brennero. Lo ha comunicato l'esecutivo comunitario specificando che l'iniziativa annunciata da Vienna prevede un emendamento alla normativa austriaca esistente sugli aiuti, aumentando così il finanziamento pubblico per abbandonare la strada in favore dei treni.
L'Austria ha messo sul piatto 205,2 milioni di euro per il 2020-2022, in modo da rendere meno costoso l'uso di "rolling highways" (trasporto di camion su rotaia attraverso vagoni ribassati) rispetto alla strada. L'aiuto prenderà la forma di un sussidio per le compagnie ferroviarie, che si tradurrà in una diminuzione dei costi per le aziende di logistica. L'Antitrust Ue trova che la soluzione sia «necessaria e proporzionata per ottenere un passaggio dalla strada alla rotaia, vada a beneficio dell'ambiente e sia in linea con gli obiettivi della politica Ue su trasporti e aiuti di Stato».

©RIPRODUZIONE RISERVATA