"La merce non è contagiosa"

Roma - «La richiesta unanime di chiarire la mancanza di rischio contagio tramite la merce sarà recepita con linee guida che dovranno essere emanate dall'apposito comitato tecnico scientifico che opera a supporto del ministero della Salute». Lo riferisce il direttore generale di Confetra Ivano Russo

Roma - «La richiesta unanime di chiarire la mancanza di rischio contagio tramite la merce sarà recepita con linee guida che dovranno essere emanate dall'apposito comitato tecnico scientifico che opera a supporto del ministero della Salute». Lo riferisce il direttore generale di Confetra Ivano Russo, al termine della riunione con la protezione civile con le associazioni di trasporto. Parallelamente, spiegano da Confetra, ci sarà una sorta di vademecum per i comportamenti da tenere nei luoghi di lavoro al fine di tranquillizzare le imprese sui corretti adempimenti che abbiano un fondamento scientifico e non siano solo dettati dal panico. Saranno inoltre migliorate le norme che riguardano l'entrata e l'uscita delle merci dalla cosiddetta zona rossa, anche al fine di semplificare le procedure autorizzative necessarie. Confetra, che esprime «soddisfazione per l'istituzione di un tavolo che è un braccio operativo dove le istanze degli operatori del trasporto merci possono trovare pronta risposta», ha richiamato «la situazione emergenziale per i controlli merci in import-export da porti e aeroporti sottolineando come la situazione fosse già particolarmente delicata anche per l'entrata in vigore del nuovo Regolamento Comunitario sui Controlli di cui mancano i decreti operativi. Confetra - conclude Russo - ha sottolineato come in una situazione di emergenza straordinaria come quella attuale anche gli iter legislativi per l'emanazione di quei provvedimenti devono seguire una strada d'emergenza».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: