Alis, 22 proposte per il settore dei trasporti

Roma - «Ci auguriamo per il bene delle nostre aziende dei nostri lavoratori e delle nostre famiglie che il Governo prenda in considerazione le nostre proposte affinché si superi questo momento epocale, unico ed inimmaginabile»

Roma - «Ci auguriamo per il bene delle nostre aziende dei nostri lavoratori e delle nostre famiglie che il Governo prenda in considerazione le nostre proposte affinché si superi questo momento epocale, unico ed inimmaginabile», «facendo presente che il popolo del trasporto non si sta fermando e non si fermerà, affinché l’Italia possa tornare a riabbracciarsi e riprendere a correre nel più breve tempo possibile». Così Alis che, in rappresentanza delle compagnie di navigazione, aziende ferroviarie, società di autotrasporto ed imprese di servizi e logistica associate, presenta al governo una proposta sulla adozione di 22 misure economiche, operative ed organizzative: «1. moratoria dei piani di ammortamento di mutui e finanziamenti; 2. sospensione di tasse, imposte e contributi per le imprese; 3. estensione degli ammortizzatori sociali; 4. premialità per le imprese che mantengono i livelli occupazionali pre-emergenza, anche senza ricorso ad ammortizzatori sociali; 5. erogazione immediata delle risorse già stanziate a favore del settore dell’autotrasporto e dell’intermodalità; 6. Marebonus e Ferrobonus; 7. Superammortamento; 8. Neutralizzazione accise sui combustibili o aumento della quota di rimborso per i veicoli più ecosostenibili nel trasporto merci contro terzi; 8. neutralizzazione; 9. sospensione e/o riduzione del bollo auto; 10. sospensione, detassazione e/o decontribuzione premi assicurativi RCA; 11. riduzione delle tasse e dei diritti portuali; 12. mantenimento dello standard dei servizi portuali nella loro globalità; 13. sospensione e/o riduzione canone concessorio terminalistico portuale; 14. incentivi fiscali su investimenti tecnologici; 15. ripristino normalità transiti stradali e ferroviari da/per l’Austria; 16. deroga orario di apertura delle aree di servizio e ristoro autostradali; 17. eliminazione divieto di circolazione per i mezzi pesanti; 18. proroga dei termini revisione autoveicoli e modifica art. 80 CDS; 19. digitalizzazione e semplificazione amministrativa e dei controlli: adesione al protocollo addizionale E-CMR; 20. merci pericolose e disciplina delle soste tecniche in ambito terminalistico; 21. potenziamento ZES e ZLS nel Piano Sud 2030; 22. digitalizzazione delle procedure doganali portuali e ferroviarie».

©RIPRODUZIONE RISERVATA