Alis: "Garantiremo noi la continuità territoriale con le isole"

"Il nostro cluster si impegna quindi a garantire immediatamente, con massima operatività e senso di responsabilità, un potenziamento delle linee già esistenti e dell'avvio nelle prossime ore di nuove linee"

Napoli - «L'intero cluster Alis e, in particolare, tutti gli armatori ed i trasportatori associati, continueranno ad operare in prima linea al fine di garantire la continuità territoriale con la Sicilia e la Sardegna e ad assicurare il costante e quotidiano approvvigionamento delle merci e dei beni di prima necessità, in primis prodotti alimentari e farmaceutici». Così in una nota il direttore generale di Alis Marcello Di Caterina dopo la notizia del sequestro conservativo sui conti correnti di Tirrenia CIN da parte di Tirrenia in AS.

«Specialmente in una fase emergenziale come quella attuale causata dalla pandemia da Coronavirus, il cluster Alis intende agire ed operare al fianco del governo, delle Isole e dell'Italia intera, accogliendo favorevolmente quanto comunicato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha precisato in una nota ufficiale come attraverso l'operatività di altri armatori non ci saranno problemi di trasferimento delle merci, in particolare alimentari e farmaceutiche, e di collegamenti con la Sicilia, la Sardegna», aggiunge Di Caterina. Il cluster Alis, che nelle scorse settimane aveva già registrato una quota di mercato pari al 70% delle merci in ingresso e in uscita dalla Sardegna, conclude la nota «si impegna quindi a garantire immediatamente, con massima operatività e senso di responsabilità, un potenziamento delle linee già esistenti e dell'avvio nelle prossime ore di nuove linee in maniera tale da poter garantire il trasporto anche alla restante quota di mercato attraverso l'impiego di ulteriori navi da e per la Sicilia e la Sardegna».

©RIPRODUZIONE RISERVATA