Liguria sotto scacco, Aspi: "Decisioni del Mit, noi le rispetteremo"

L'amministratore di Aspi ha confermato «che il cronoprogramma di attività, nonostante l'estrema complessità, sarà attuato come prescritto dal Mit»

Genova - L'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, Roberto Tomasi, ha incontrato oggi a Genova i vertici dell'Autorità Portuale, di Confindustria e della Camera di Commercio «per rafforzare il dialogo e il confronto con le realtà produttive del territorio» anche in relazione ai disagi sulla rete della viabilità. L'amministratore di Aspi ha confermato «che il cronoprogramma di attività, nonostante l'estrema complessità, sarà attuato come prescritto dal Mit» e ha informato che «le lavorazioni successive e la presenza di cantieri sulla rete potranno comportare una progressiva variazione delle condizioni di traffico a partire dal 10 luglio e, compatibilmente con le attività da svolgere, non prima della fine del mese».
Autostrade, inoltre, al fine di risolvere ed evitare il ripetersi dei problemi di viabilità chiede «urgentemente una normativa univoca nazionale che chiarisca in modo definitivo e inequivocabile le modalità e i tempi di ispezione delle gallerie sul territorio italiano per tutti i gestori infrastrutturali».

©RIPRODUZIONE RISERVATA