De Micheli: "Sosterremo il trasporto su rotaia"

"Stiamo sbloccando grandi cantieri o consegnando le opere da nord a sud - ha detto De Micheli -. Sono quasi tutte opere ferroviarie che sono la vera sfida sostenibile del futuro"

Brescia - «Abbiamo una grande fortuna: avere una azienda statale che ha la capacità realizzativa che nessuno degli stati europei può vantare. Il governo deve sostenere il lavoro delle grandi opere in cantiere da Ferrovie dello stato», così la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, all’avvio dei lavori per la tratta di Alta Velocità Brescia-Verona nei cantieri di Lonato del Garda (Brescia). «Il lavoro di condividere con il territorio è importante- ha precisato il ministro -. Le grandi opere vanno raccontate meglio per avere una sostenibilità sociale per essere bene accolte». Di più. «Stiamo sbloccando grandi cantieri o consegnando le opere da nord a sud - ha detto De Micheli -. Sono quasi tutte opere ferroviarie che sono la vera sfida sostenibile del futuro. E penso anche al traffico merci che interessano le aziende. Incrementeremo con incentivi il trasporto su ferro privilegiandolo sulla gomma. La percezione di essere più vicini grazie all’alta velocità aiuta a incentivare economia e socialità. Penso che dobbiamo rappresentare l’ambizione del paese sostenendo le infrastrutture a nord quanto al sud. Abbiamo le forze per realizzare un piano omogeneo. Basta pensare alla Bari-Napoli dove si prosegue con grande lena. La tratta Brescia-Verona servirà ai passeggeri, ma anche per aumentare la competizione dell’area con più alta concentrazione industriale d’Europa. Non credo che il Covid ci abbia cambiato a sufficienza. Però ci sono cose che la pandemia ci ha insegnato: la prima è che noi siamo in grado di tenere aperti i cantieri in sicurezza e portare avanti i lavori senza intoppi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA