Trieste-Milano e La Spezia-Modena: i treni Msc si fanno largo

Sono state consegnate intanto a Medway Italia, durante una cerimonia svoltasi nello stabilimento Bombardier di Vado Ligure, le prime 2 locomotive (mod. Traxx 494) ordinate dalla società di trasporti terrestri del Gruppo Msc.

Vado Ligure - Sono state consegnate oggi a Medway Italia, durante una cerimonia svoltasi nello stabilimento Bombardier di Vado Ligure, le prime 2 locomotive (mod. Traxx 494) ordinate dalla società di trasporti terrestri del Gruppo Msc. Le locomotive hanno comportato un investimento pari a 6 milioni di euro e fanno parte di un ordine più ampio di 6 macchine, per una spesa complessiva di 18 milioni, destinate ad essere impiegate tutte sul mercato italiano.

“Le nuove locomotive entreranno in funzione a gennaio 2021 e contribuiranno al raggiungimento degli sfidanti obiettivi per l’anno prossimo”, ha spiegato Federico Pittaluga, amministratore delegato di Medway, “quando la società prevede di operare circa 5.000 treni, rispetto ai 2.000 di quest’anno, trasportando circa 250.000 Teu e percorrendo oltre 1,5 milioni di km su rotaia. L’utilizzo del trasporto ferroviario, in sostituzione di quello stradale, comporterà inoltre importanti benefici dal punto di vista ambientale, consentendo di togliere dalle nostre strade 125.000 camion e di non immettere in atmosfera circa 80.000 tonnellate di CO2. In omaggio alla nostra tradizione di family company e alle consuetudini del mondo armatoriale, abbiamo voluto chiamare le due locomotive con i nomi delle figlie di alcuni dipendenti: Petra e Giulia Mai”.

Per quanto riguarda le tratte operate, infine, Medway registra due importanti novità: nella giornata di ieri, infatti, si è svolto il primo collegamento Trieste-Milano ed è stato attivato il nuovo servizio tra La Spezia e l’interporto di Marsaglia (Modena) che prevede sei coppie di treni ogni settimana.

©RIPRODUZIONE RISERVATA