Green pass, Confcooperative: “Regole uguali per tutti, gli autisti stranieri lavorano senza e creano dumping”

“La logistica è in fermento, perché le autorità controllano gli autisti italiani, ma non quelli stranieri”

Un momento del presidio No Green Pass al varco di via Albertazzi, a Genova

Roma - "Le regole devono valere per tutti. Gli autisti stranieri lavorano senza Green pass e creano dumping. La logistica è in fermento, perché le autorità controllano gli autisti italiani, ma non quelli stranieri, che arrivano in camion da altri Paesi e possono lavorare senza pass. Le regole è giusto che ci siano ma valgono per tutti, non solo per alcuni". E' quanto afferma in una nota Confcooperative Lavoro e Servizi "in merito all'asimmetria nei controlli nel settore dei trasporti che favorisce il dumping e penalizza gli autisti italiani". 

©RIPRODUZIONE RISERVATA