Interporto Rivers, via al piano di sviluppo

Venezia - Salvato lo scorso anno dal fallimento con un investimento di 20 milioni di euro attraverso Rivers Docks, società del gruppo Orlean Invest Holding, che fa capo all'imprenditore Gabriele Volpi, è stato presentato oggi il piano di sviluppo industriale di Interporto Rivers Venezia

Venezia - Salvato lo scorso anno dal fallimento con un investimento di 20 milioni di euro attraverso Rivers Docks, società del gruppo Orlean Invest Holding, che fa capo all'imprenditore Gabriele Volpi, è stato presentato oggi il piano di sviluppo industriale di Interporto Rivers Venezia, a Marghera. Il progetto di sviluppo integrato prevede di rendere lo scalo un polo logistico di eccellenza nel Nord Est e punto di riferimento per l'intera area economica del Triveneto, ma non solo.

Con le sue caratteristiche geografiche e di interconnessione avanzata alle principali arterie ferroviarie e stradali infatti, l'area portuale veneziana è un naturale sbocco delle principali direttrici nord-sud, est-ovest per Europa, Mediterraneo, Medio Oriente e Africa. Per questo, Interporto Rivers Venezia ha l'obiettivo ambizioso di diventare un terminal multipurpose di riferimento sul modello internazionale, offrendo ai propri clienti una gestione integrata dell'intera catena logistica.

L'obiettivo del polo logistico è di andare oltre i normali processi produttivi portuali, e per far questo sarà fondamentale, secondo la società, lo sviluppo di professionalità inedite, facendo di Interporto Rivers un punti di riferimento per la ricerca e lo sviluppo nell'ambito delle risorse umane, con la creazione di posti di lavoro in un contesto di eco-sostenibilità.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: