Cina, impennata del trasporto di carbone su rotaia e nave

Alla fine di ottobre, la compagnia di navigazione affiliata a China Energy, risorsa principale per il trasporto marittimo di carbone nel Paese, aveva trasportato 170 milioni di tonnellate di carbone

Un minatore afghano

Pechino - Il volume di carbone trasportato dai treni e dalle navi in Cina ha registrato un'impennata nei mesi di ottobre e novembre, nel contesto del consistente impegno del Paese per assicurare la stabilità del rifornimento di carbone durante questo inverno, secondo i dati del China State Railway Group Co. In media, sono partiti circa 86.300 treni carichi di carbone dalle aree locali della Cina ogni giorno dal 1° al 15 novembre, contrassegnando una crescita di circa 10.000 treni, pari al 13,5% rispetto allo scorso anno, stando ai dati. Durante il periodo, il numero medio quotidiano dei treni carichi di carbone termico ha quasi raggiunto la quota di 62.900, aumentando del 31,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Alla fine di ottobre, la compagnia di navigazione affiliata a China Energy, risorsa principale per il trasporto marittimo di carbone nel Paese, aveva trasportato 170 milioni di tonnellate di carbone quest'anno, con un aumento del 25,6% rispetto all'anno precedente. Il trasporto ferroviario e marittimo sono i canali principali per il trasferimento del carbone in tutta la Cina. I treni ferroviari operano soprattutto nel nord del Paese, mentre le navi combinate con i treni che trasportano carbone viaggiano soprattutto verso le zone costiere del sud-est della nazione. Nel quadro degli interventi della Cina volti ad aumentare l'offerta di carbone per la stagione del riscaldamento invernale, alle compagnie ferroviarie e marittime è stato chiesto di sfruttare appieno le loro capacità di trasporto e di dare priorità agli ordini dei produttori di energia e dei fornitori di riscaldamento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA