Gruber, carburanti alternativi anche per i carichi eccezionali

Bolzano – Seppur oggi la diffusione dei carburanti a metano rischia un considerevole rallentamento a causa dell’alto prezzo del gas liquefatto, le sperimentazioni non subiscono rallentamenti e compiono oggi un passo importante verso l’utilizzo di soluzioni di trasporto a carburanti alternativi anche nel panorama del trasporto eccezionale

Un carico eccezionale della Gruber Logistics

Bolzano – Seppur oggi la diffusione dei carburanti a metano rischia un considerevole rallentamento a causa dell’alto prezzo del gas liquefatto, le sperimentazioni non subiscono rallentamenti e compiono oggi un passo importante verso l’utilizzo di soluzioni di trasporto a carburanti alternativi anche nel panorama del trasporto eccezionale.

Per trasporto eccezionale si intende quel tipo di trasporto di merci su strada che eccede i limiti di peso, sagoma e sicurezza dettati dal codice della strada e che necessita di particolari permessi per poter circolare. A oggi i mezzi a metano liquido adibiti a trasporto pesante (carichi standard fino a 24 tonnellate) hanno performance del tutto assimilabili a quelle di mezzi diesel. Ciononostante, persiste una differenza nella potenza espressa dal motore rispetto ai mezzi diesel che ha un impatto sulle performance dei mezzi nel momento in cui si fanno strade in salita particolarmente difficili o per l’appunto quando ci si trova a che fare con carichi che eccedono i limiti di peso.

La società Gruber Logistics ha tuttavia superato questo limite creando le condizioni logistiche necessarie perché il tema dei carburanti alternativi possa entrare anche nel segmento dei carichi eccezionali. A seguito di una prima fase di test, oggi sono pienamente in funzione dei mezzi a metano liquido impegnati nei collegamenti tra Germania e Regno Unito con partenza dall’area di Kreuztal dove Gruber Logistics ha una delle sue sedi principali in territorio tedesco.

I carichi trasportati variano in termini di peso da 30 a 50 tonnellate. La ricerca e sviluppo sull’applicazione dei carburanti alternativi è sempre più orientata a definire casi d’uso logistici piuttosto che concentrarsi unicamente sui veicoli e le performance. Analoghe considerazioni possono essere fatte parlando di carburanti di nuova generazione come l’elettrico e l’idrogeno in cui il ruolo delle società logistiche non sarà solo quello di acquistare i mezzi pronti e finiti ma di studiare attivamente casi applicativi.

Michael Gruber, direttore della divisione Xtl in Gruber Logistics, sottolinea che “spesso ci limitiamo a vedere i problemi e non le soluzioni. Il gas naturale liquefatto e successivamente il bio-Lng saranno carburanti a tutti gli effetti largamente utilizzabili nel segmento dei carichi eccezionali ma per farlo dobbiamo cambiare il modo di lavorare, cambiare rotte, cambiare lo stile di guida ecc… Questi ed altri elementi devono essere affrontati per poter applicare con successo Eco-innovazioni su larga scala anche in ambiti in cui fino a ieri non lo credevamo possibile”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA