In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Fruit Logistica, il dopo-Covid chiude a quota 40 mila persone

Berlino - Dopo un anno di pausa dovuto alla pandemia Fruit Logistica, il salone di riferimento per il commercio globale di prodotti ortofrutticoli si è concluso all’insegna del successo, registrando la presenza di oltre 40 mila acquirenti e operatori del settore di alto profilo

5 minuti di lettura

Berlino - Dopo un anno di pausa dovuto alla pandemia Fruit Logistica, il salone di riferimento per il commercio globale di prodotti ortofrutticoli si è concluso all’insegna del successo, registrando la presenza di oltre 40 mila acquirenti e operatori del settore di alto profilo, provenienti da circa 130 Paesi, che hanno trovato ad attenderli oltre 2.000 espositori provenienti da 87 Paesi: “Back to business”, questo è stato il motto dal 5 al 7 aprile 2022 quando Berlino, per tre giorni consecutivi, si è trasformata nella capitale del commercio globale di prodotti ortofrutticoli freschi.

L'edizione di Fruit Logistica ad aprile rimane un'eccezione una tantum. L'anno prossimo, la fiera torna alle classiche date di inizio febbraio (8-10 febbraio 2023, per la precisione). Intanto, di questa edizione sia espositori che operatori del settore tracciano un bilancio complessivo positivo dopo la conclusione dell'evento. Questo è quanto confermano i risultati preliminari del sondaggio tra espositori ed operatori del settore.

Secondo quanto constatato dagli espositori, durante i tre giorni di fiera, l’attività commerciale si è svolta a pieno ritmo: oltre il 40% dei partecipanti è stato in grado di concludere accordi commerciali già in fiera. Oltre quattro espositori su cinque si aspettano anche un ottimo o quantomeno soddisfacente business post-fiera.

In questo contesto, non sorprende il fatto che oltre l'80% degli espositori abbia già in programma di partecipare a Fruit Logistica 2023. Quest’anno, nonostante le insicurezze dovute alla pianificazione e legate al periodo di allerta pandemica, oltre agli operatori e alle operatrici del settore, la percentuale di visitatori e visitatrici che per la prima volta hanno presenziato a Fruit Logistica è stata superiore al 40%, mentre la percentuale di operatori/operatrici del settore provenienti dall’estero ha superato l'80%, a conferma del consueto alto profilo dell’evento.

Fruit Logistica rimane inoltre il luogo di incontro per i decision-maker: circa sette operatori del settore su 10 sono coinvolti a livello decisionale nelle proprie aziende. Anche la presentazione e l'attrattività di Fruit Logistica sono rimaste inalterate: oltre il 90% degli operatori del settore esprime una percezione collettiva positiva e molti consiglierebbero a colleghi o partner commerciali di partecipare all’evento. Valutazioni solide per quanto riguarda le relazioni e la conclusione di affari completano il quadro positivo degli operatori del settore: oltre il 30% ha già concluso accordi commerciali in fiera e oltre l'80% ha potuto stabilire nuovi contatti commerciali.

VOCI DALLA FIERA

Artem Rosliakov, responsabile reparto vendite e marketing, Icl Europe (Israele) “Fruit T Logistica è il primo evento a cui abbiamo partecipato dopo la pandemia. È una grandiosa fiera internazionale, che riunisce clienti da tutto il mondo”.

Natalia Gavrilița, primo ministro della Repubblica di Moldavia: “È molto importante per la Moldavia essere presente a questa fiera e aprire nuovi mercati per i nostri prodotti. Ciò sarà particolarmente importante dato l'attuale conflitto in Ucraina e le sfide per la sicurezza alimentare che potrebbero presentarsi”.

Sungkyung Gue, dirigente della squadra di ispezione, Control Union Korea: “È la prima Fruit Logistica a cui partecipo. Sono molto impressionato dalle dimensioni. Mi piace il fatto che l'intero quartiere fieristico sia suddiviso in categorie, cosa che per me è di grande aiuto. Purtroppo, a causa del coronavirus, molti dei miei colleghi asiatici non sono potuti venire”.

Marika di Massa, vicepresidente di Corag, Italian Fruit Village: “A causa delle incertezze dovute alla pandemia, non avevamo grandi aspettative. Ma Fruit Logistica sta andando meglio del previsto. È eccezionale tornare alla normalità e riallacciare i contatti con le persone. Siamo molto felici di essere nuovamente qui”.

Sigrid Helgason, Key Account Manager, Svenska Retursystem: “Lavoro nel settore ortofrutticolo da oltre vent'anni e sono stata molte volte a Fruit Logistica. Di recente ho cambiato posto di lavoro e ora ho un ruolo completamente nuovo. Per me è una location perfetta dove poter presentarmi di persona e incontrare i nostri molteplici clienti provenienti da Spagna, Italia e Germania”. 

Paula Rodriguez, responsabile Promozione e comunicazione, Inspira Farms (Colombia): “Abbiamo avuto alcuni incontri con potenziali clienti. La qualità dei contatti in questa fiera è molto alta. A dire il vero non ci sono così tante persone come ci saremmo aspettati, ma gli operatori presenti sono molto professionali e questo rappresenta un fattore distintivo rispetto ad altre fiere”.

Manuela Zietelmann, responsabile Promozione, Fyffes (Paesi Bassi): “Le nostre aspettative sono state superate. Eravamo un po’ scettici su come sarebbe stato l’evento dal vivo. Si è comunque potuto percepire quanto tutti fossero contenti di potersi incontrare di persona. Il fatto di ritrovarsi, sia con i clienti che con tutti gli operatori provenienti dal nostro settore di attività economica rappresenta il punto saliente di Fruit Logistica”.

[[(gele.Finegil.Image2014v1) 08_Cem Özdemir, FRUIT LOGISTICA 2022 Exhibitor Portraits]]

Cem Özdemir, ministro federale per l’Alimentazione e l’agricoltura in Germania: “Sono lieto che Fruit Logisitca possa svolgersi nuovamente dopo due anni. Ritengo straordinario il fatto che l'Ucraina sia rappresentata in fiera. È un segno importante: l'Ucraina è viva! Ringrazio calorosamente Messe Berlin per averlo reso possibile nonostante tutte le difficoltà”.

Anna Deshko, responsabile Catena del Freddo e logistica, A. P. Møller-Mærsk (Paesi Bassi): “Questa è la mia prima volta a Fruit Logistica e sono sopraffatta dalla varietà dell’offerta. Mi fa molto piacere che siano presenti anche espositori ucraini e mi auguro che il loro settore industriale possa riprendersi a breve. Attualmente, a causa della guerra, i frutti devono essere trasportati su percorsi alternativi”.

[[(gele.Finegil.Image2014v1) 10_André Oehen, FRUIT LOGISTICA 2022 Exhibitor Portraits]]

André Oehen, responsabile commerciale, Bachmann Plantec (Svizzera): “Dopo l'assenza dovuta ai due anni di pandemia, possiamo ora ritenerci soddisfatti. Fruit Logistica ci fornisce i contatti diretti con le diverse aree del settore a noi necessari”.

Roy Lemmen, responsabile commerciale, Sormac (Paesi Bassi): “Fruit Logistica è la fiera per noi più importante, e così è sempre stato. In questa sede abbiamo l’opportunità di presentare le nostre innovazioni, prenderci cura dei clienti, incontrare nuovamente gli operatori del settore e potere intrattenerci con loro. Siamo contenti che le persone possano nuovamente muoversi e constatiamo che tutti apprezzano il contatto personale”.

Sandra Snowden, responsabile Hendry Farm Ghana: “Tutto è di mio gradimento, specialmente le innovazioni relative ai frutti di mango provenienti da diversi Paesi. Mi piacciono le varianti costaricane e spagnole, che ora possiamo coltivare anche in Ghana. Adoro anche le innovazioni presenti nel padiglione 20, in particolare le etichette di frutta compostabili”.

Nigel Webster, vicepresidente Beacon Intermodal Leasing (Gran Bretagna): “Riscontro quanto le persone apprezzino i contatti diretti. Abbiamo avuto incontri fantastici. Essendo un’azienda di gestione dei container, abbiamo presenziato ad interessanti meeting organizzati dal Logistics Hub, la cui tematica era rivolta alla carenza di container, problema attuale che affligge il nostro settore; spero di poter trovare qui le soluzioni adeguate”.

Christophe Nivet, responsabile Comunicazione e Marketing, Maf Roda Agrobotics (Francia): “Sapevamo che non avremmo potuto mancare, anche se la data è stata spostata da febbraio ad aprile. Fruit Logistica è una data importante nel calendario”.

Jolanda Nooijen, direttore generale, Compliment (Paesi Bassi): “Ho subito imparato due cose nella prima ora e mezza: come raccogliere le mele con un drone, cosa molto interessante, e poi come si sentono le piante e come sia misurabile lo stress a cui sono sottoposte. La tecnologia informatica è in grado di monitorare il loro stato di salute”.

Santiago Patino Arevalo, responsabile Marketing clienti, Bayer Crop Science (Paesi Bassi): “Fruit Logistica è per noi fondamentale in quanto qui possiamo presentare le nostre innovazioni ed inoltre sono presenti i nostri più importanti gruppi target e i concorrenti operanti sul mercato. È grandioso parlare di nuovo faccia a faccia”.

Adegboyega Daniel Sodade, responsabile di progetto, Coleacp (Belgio): “Trovo particolarmente affascinanti le nuove tecnologie che vengono presentate in fiera, la cui applicazione abbraccia l'intera catena del valore. Questa è anche la location giusta per acquisire prospettive innovative e parlare di persone e profitti. Come possiamo operare a livello regionale e sostenibile?”

Enrique Parias, amministratore delegato, Beyond Field-Queen Unique (Spagna): “Fruit Logistica rappresenta per noi la migliore opportunità di gestione delle relazioni commerciali. Non ho potuto vedere molto della fiera perché ero sempre occupato in conversazioni, cosa per noi fantastica”.

Elise Bas, assistente amministrativo commerciale, Aweta (Paesi Bassi): “Fruit Logistica è l'evento più importante per la nostra azienda poiché ci sono operatori provenienti dal mondo intero. Il contatto personale è per noi fondamentale e siamo felici di essere nuovamente qui”.

Katrien De Nul, responsabile Pr Agricoltura, Vlam (Belgio): “Siamo presenti a Fruit Logistica da 25 anni. Considerato il momento difficile in cui ci troviamo, siamo soddisfatti della risonanza”.

Monique Verrips, assistente vendite e marketing, Greefa (Paesi Bassi): “Ci aspettavamo meno visitatori. Siamo rimasti sorpresi dal fatto che la fiera fosse così ben frequentata, specialmente nei primi due giorni”.

Yaniv Maor, fondatore e amministratore delegato, Tevel Aerobotics (Israele): “Siamo entusiasti della risonanza riscontrata in merito alla nostra presenza in fiera. Stiamo lavorando per risolvere un enorme problema: meno persone dovrebbero nutrire più persone. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo incontrato molti coltivatori che intendono lavorare con noi. Abbiamo acquisito molti nuovi partner per la cooperazione con i quali abbiamo già promosso piani concreti di cooperazione. Siamo molto soddisfatti degli obiettivi raggiunti”.

 

I commenti dei lettori