Vanguard, forti investimenti nel triennio 2022-2025

“Fra i punti essenziali della strategia globale di Vanguard Logistics vi sono la continua espansione del nostro Network di proprietà, tramite processi di acquisizione (due anni fa aperto in Sri Lanka, nel 2020 abbiamo rilevato l’agente Canadese e inaugurato, nel 2022, Vanguard Logistics Polonia) e la valorizzazione di questa rete attraverso l’utilizzo sinergico di Countries adiacenti, come nel caso di Italia, Francia e Spagna" dice il south Europe general manager Alberto Accetta

Genova – Vanguard Logistics Services, azienda internazionale di logistica nel trasporto marittimo, punta forte sul triennio 2022-2025 per confermarsi leader nel settore.

L'azienda, di proprietà della famiglia Mansour, che la detiene tramite il proprio fondo Mancapital, opera sul mercato con oltre vent'anni d'esperienza e continua i suoi processi di acquisizione di filiali all'estero con l'obiettivo di generare soluzioni nuove ed alternative per i Clienti, contrastando le complessità logistiche generate dalla pandemia e dalle evoluzioni in corso nel mercato dello shipping.

Alberto Accetta, General Manager South Europe della Vanguard


«Questi ultimi tre anni sono stati molto sfidanti, sia per il Covid che per la situazione attuale – spiega Alberto Accetta, General Manager South Europe della Vanguard che gestisce il mercato in Italia, Francia e Spagna – Fortunatamente Vanguard ha un gruppo di proprietà che permette un vantaggio fondamentale: quello di impiegare sinergicamente le nostre countries, utilizzando ove possibile i diversi porti per fronteggiare e compensare la cancellazione di navi e l'indisponibilità di spazi, sia in export che in import».

Una risorsa che permette di ridurre, sia in export che in import, il “roll over”, ossia lo slittamento delle spedizioni per indisponibilità di spazi, cancellazioni o volumi talvolta non sufficienti. «Fra i punti essenziali della strategia globale di Vanguard Logistics per il 2022 - 2025, – aggiunge Alberto Accetta - vi sono la continua espansione del nostro Network di proprietà, tramite processi di acquisizione (due anni fa aperto in Sri Lanka, nel 2020 abbiamo rilevato l’agente Canadese e inaugurato, nel 2022, Vanguard Logistics Polonia) e la valorizzazione di questa rete attraverso l’utilizzo sinergico di Countries adiacenti, come nel caso di Italia, Francia e Spagna. Lione, Milano e Barcellona consolidano vicendevolmente carichi in Export ed Import. Mentre la sede di Le Havre collabora in tal senso con Antwerp e Rotterdam». Nel 2019 la sede italiana di Vanguard ha trasferito la propria sede di Milano da quella storica in zona Certosa a Segrate, il polo della logistica milanese.

«L’obiettivo, conseguito, era che la nostra squadra vivesse in un ambito dove si respira logistica al 100%; questo permette di calarsi ancor di più nel ruolo di azienda leader nel settore e di sviluppare ulteriore empatia, fondamentale nell’assistenza. In questi giorni – aggiunge Accetta – stiamo condividendo globalmente, con tutto il personale, la strategia per il triennio 2022-2025, una programmazione che poggia su forti investimenti; come il programma CFS Excellence, che prevede il potenziamento qualitativo dei CFS (Container Freight Station), un orientamento crescente alle richeiste del mercato FCL e un radicale processo di digitalizzazione dove quotazioni, booking e tracking dei clienti si possono già fare direttamente on line».

©RIPRODUZIONE RISERVATA