In evidenza
Sezioni
Shipping
Transport
Blog

Medlog, nuovo collegamento dal porto di Ravenna

È partito il nuovo Fast Corridor per l’operatore intermodale Medlog tra il porto di Ravenna (dal Terminal Container Ravenna del gruppo Sapir) e il porto secco di Terminali Italia - controllata di Rete Ferroviaria Italiana, società del gruppo Fs Italiane che gestisce i terminali merci - a Marzaglia

2 minuti di lettura

Ravenna - È partito il nuovo Fast Corridor per l’operatore intermodale Medlog tra il porto di Ravenna (dal Terminal Container Ravenna del gruppo Sapir) e il porto secco di Terminali Italia - controllata di Rete Ferroviaria Italiana, società del gruppo Fs Italiane che gestisce i terminali merci - a Marzaglia, in provincia di Modena.

Questa opzione porterà un valore aggiunto a tutta la filiera logistica: i contenitori sbarcheranno da nave al Tcr e potranno essere caricati subito su treno. I controlli sulla merce presente nei container non avverranno più in porto, ma presso il polo logistico di destinazione, con importante riduzione dei tempi di sosta portuale e dei relativi costi, oltre a migliorare le tempistiche di consegna della merce a destino: ''E’ una soluzione che sarà utile a tutto il porto di Ravenna, insieme a quegli investimenti fatti negli ultimi anni dal Tcr a partire dall’ultima gru di banchina; le condizioni di competitività sono sempre il frutto degli impegni di tutto il contesto portuale e l’obiettivo è crescere insieme per supportare le realtà aziendali della Regione. Grazie alla collaborazione dell’Agenzia delle Dogane e la sinergia con l’operatore intermodale Medlog, vogliamo dare una forte spinta alla relazione tra il porto di Ravenna e le aziende emiliane in particolare, che saranno sicuramente stimolate dall’interesse di questa eccellente opportunità. Il nostro sarà un impegno costante nel sostenere e proporre soluzioni intermodali, valide anche nell’ ottica di sensibilità ambientale e sicurezza sul lavoro. A oggi il Tcr ha relazioni intermodali con Marzaglia, Segrate e Melzo e tramite quest'ultimo riusciamo a raggiungere le più importanti destinazioni europee'' commenta Giannantonio Mingozzi, presidente del Terminal Container Ravenna. “Il corridoio veloce - osserva Federico Pittaluga, amministratore delegato di Medlog - rappresenta una formula doganale che ben si sposa con i processi verticali di integrazione modale. Grazie a questa modalità vengono abbattuti i tempi di sosta portuale, con i relativi costi, ed efficientate le tempistiche di consegna della merce”. “Oggi è stato raggiunto un altro importante traguardo che offrirà maggiore attrattività ai traffici tra il terminal portuale di Ravenna, Tcr e il terminal di Marzaglia gestito da Terminali Italia. L’obiettivo è di incrementare e promuovere l’intermodalità tra trasporto navale, ferroviario e su gomma in modo digitalizzato e veloce. Siamo pienamente soddisfatti del risultato che consentirà di velocizzare i flussi import ed export dà e per il porto, snellendo i processi di sdoganamento” dichiara Salvatore Castello, responsabile della Struttura di produzione in Terminali Italia. “E’ con piacere che accompagniamo Medlog, Terminali Italia e Tcr, che ringraziamo per la rinnovata fiducia, in questo ulteriore passo e importante risultato sulla strada della digitalizzazione multimodale e doganale e dei servizi federativi; non possiamo che esserne lieti per il porto di Ravenna e orgogliosi”, ha infine commentato Luca Abatello, presidente e amministratore delegato del gruppo Circle.

I commenti dei lettori