Ex Ilva, il 2 agosto sciopero in area portuale

Taranto - Le Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) Fim, Fiom e Uilm hanno proclamatouno sciopero di 24 ore per la giornata di venerdì 2 agosto dei lavoratori del terzo e quinto Sporgente dell’area portuale gestita da ArcelorMittal (reparto Ima)

Taranto - Le Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato uno sciopero di 24 ore per la giornata di venerdì 2 agosto dei lavoratori del terzo e quinto Sporgente dell’area portuale gestita da ArcelorMittal (reparto Ima) per protestare contro l’affidamento del servizio di caricamento di bobine attraverso una compagnia portuale mentre sono in cassa integrazione ordinaria i lavoratori diretti dello stabilimento: «Le organizzazioni sindacali - si legge nella lettera inviata all’Ufficio relazioni industriali, al capo area di stabilimento e per conoscenza all’Inps - hanno verificato che all’interno dello Sporgente N.1 si stanno effettuando operazioni di caricamento coils sulla nave “Johann” attraverso una compagnia portuale. Al momento ci risulta che i lavoratori sociali sono in cassa integrazione ordinaria guadagni in quanto l’azienda ha deciso unilateralmente di ridurre le attività di carico navi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: