Port Community System in Pakistan, anche Circle parteciperà al progetto

Stando al rapporto della Banca Mondiale, il sistema produttivo pachistano sostiene oltre 400 milioni di dollari di costi annui addizionali rispetto alla media regionale, a causa delle inefficienze

Luca Abatello (Circle) a un Forum organizzato dal MediTelegraph

Genova - Circle, società genovese a capo dell'omonimo gruppo specializzata nell'analisi dei processi e nello sviluppo di soluzioni di automazione e per la digitalizzazione dei settori portuale e della logistica intermodale, quotata sul mercato Aim Italia, parteciperà al Pakistan Trade Facilitation Project, assegnato dalla Banca Mondiale, con un finanziamento di circa 40.000 euro. In qualità di firmatario del contratto di facilitazione del commercio del Wto, il Pakistan ha creato una National Single Window (NSW) nel 2017 in conformità alle linee guida Unece/Unescap. L'obiettivo del progetto è quello di facilitare importazioni, esportazioni e transiti degli scambi commerciali, oltre a migliorare le politiche e i coordinamenti fra le agenzie di frontiera.

La NSW rappresenta un notevole passo in avanti rispetto all'attuale gestione basata su 44 diversi dipartimenti governativi che regolano il commercio del Pakistan. Stando al rapporto della Banca Mondiale, il sistema produttivo pachistano sostiene oltre 400 milioni di dollari di costi annui addizionali rispetto alla media regionale, a causa delle inefficienze. Il governo del Pakistan, con il supporto della Banca Mondiale, ha previsto l'analisi per l'implementazione di un Port Community System. La Dogana del Pakistan ha intrapreso l'analisi del quadro giuridico, procedurale e normativo di tutti i soggetti pubblici e privati coinvolti nel sistema logistico nonché una valutazione del la capacità di risposta in termini di risorse umane, automazione e infrastrutture ICT.

"Dall'indagine - si legge in una nota - è emersa una sostanziale mancanza di integrazione fra gli stakeholder privati e i principali operatori marittimo portuali degli scali pachistani. Ilruolo di Circle, in qualità di sub contractor della società belga PortExpertise, è quello di eseguire un'analisi comparativa dei Port Community System e delle piattaforme digitali portuali presenti in India e Corea del Sud, analizzando funzionalità, caratteristiche, servizi portuali e vantaggi per territori e stakeholder e definendo il budget al fine di individuare i parametri fondamentali che saranno utilizzati come benchmark per il progetto della Banca Mondiale". La creazione del Pakistan Port Community System andrà a coprire l'intero settore logistico concentrandosi prevalentemente sugli scali portuali, i terminal e i collegamenti interni per successivamente integrare aeroporti e varchi frontalieri. Parte del progetto consiste nell'eseguire un'analisi comparativa tra le diverse soluzioni dei Pcs esistenti e i portali dei vari scali.

©RIPRODUZIONE RISERVATA