"Il rilancio delle banchine? Lo scrivano le Authority"

Roma - Si è tenuta alla fine della scorsa settimana una videoconferenza fra il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, e tutti i presidenti delle Autorità di sistema portuale, dopo che nei giorni precedenti tutti e 16 i presidenti di Adsp avevano chiesto lo stop ai tagli lineari previsti dall'ultima legge di Stabilità e proposto un modello Genova per gli scali

Roma - Si è tenuta alla fine della scorsa settimana una videoconferenza fra il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, e tutti i presidenti delle Autorità di sistema portuale, dopo che nei giorni precedenti tutti e 16 i presidenti di Adsp avevano chiesto lo stop ai tagli lineari previsti dall'ultima legge di Stabilità e proposto un modello Genova per gli scali, sul quale però si era già espresso negativamente il sottosegretario ai Trasporti, Roberto Traversi.

La ministra, nel ribadire che il polo marittimo costituisce uno dei settori più importanti dell’economia in senso assoluto e in un momento così critico ed emergenziale per il Paese, ha richiamato i presidenti sulla necessità di dare priorità in questa fase ai temi connessi alla gestione dell’emergenza e a preservare le possibilità di sviluppo dell’economia marittima.

De Micheli ha però chiesto ai presidenti delle Autorità di contribuire all’elaborazione di nuove misure volte a garantire l’operatività dei porti e del mare, proponendo che siano gli stessi enti a farsi artefici e promotrici di un piano di rilancio del settore.

Un piano che parte dalla partecipazione delle Autorità alla stesura delle norme di semplificazione per la realizzazione di tutte le infrastrutture, non solo quelle portuali, per costruire un progetto che sia prima di contenimento dei problemi – in questa fase storica in cui il Paese si ritrova in ginocchio a causa dell’emergenza sanitaria – e poi di rilancio del sistema economico che ha il suo fulcro nella portualità. Al tempo stesso le autorità portuali sono state rassicurate sulla disponibilità di liquidità che permetterà loro di continuare ad esercitare efficacemente le loro funzioni.

I presidenti, dicono da Assoporti, hanno raccolto le indicazioni del ministro e condiviso lo spirito propositivo ribadendo il loro impegno come rappresentanti dello Stato sul territorio a sostenere con dedizione lo sforzo enorme che l’attuale congiuntura richiede a tutte le Istituzioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: