Incendio devastò la Port Authority di Savona, indaga la Corte dei conti

La Guardia di finanza sta acquisendo tutti gli elementi utili per cercare di fare luce su quanto accaduto, e attualmente è stata acquisita tutta la documentazione relativa all'affidamento e alla realizzazione della nuova struttura

Genova - La procura della Corte dei Conti della Liguria ha aperto un'indagine sulla costruzione della sede dell'autorità portuale a Savona, andata a fuoco nell'ottobre del 2018. È quanto è emerso nella relazione annuale del procuratore Claudio Mori. L'incendio aveva distrutto gran parte dell'edificio. La Guardia di finanza sta acquisendo tutti gli elementi utili per cercare di fare luce su quanto accaduto, e attualmente è stata acquisita tutta la documentazione relativa all'affidamento e alla realizzazione della nuova struttura. L'opera, a seguito di alcune varianti al progetto originario, è costata circa 12 milioni. Altro fascicolo di indagine aperto è quello sulla mancata realizzazione del carcere di Savona.
La procura stima un danno erariale di circa 8 milioni di euro, tra costi di progettazioni, esproprio e risarcimento del danno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA