Psa investe sull'idrogeno

Singapore - Il gruppo terminalistico Psa, in collaborazione con le società Jurong Port, City Gas, Sembcorp Industries, Singapore Lng Corporation, Chiyoda e Mitsubishi, studierà le possibilità dell'idrogeno come combustibile alternativo per contribuire a un futuro energetico sostenibile per la città-Stato del Sud-Est asiatico

Singapore - Il gruppo terminalistico Psa di Singapore, in collaborazione con le società Jurong Port, City Gas, Sembcorp Industries, Singapore Lng Corporation, Chiyoda e Mitsubishi, studierà le possibilità dell'idrogeno come combustibile alternativo per contribuire a un futuro energetico sostenibile per la città-Stato del Sud-Est asiatico. La collaborazione comprenderà la ricerca e lo sviluppo di tecnologie relative all'importazione, al trasporto e allo stoccaggio dell'idrogeno.

In particolare, verà studiata l'applicazione della tecnologia Liquid Organic Hydrogen Carrier (Lohc) del gruppo Chiyoda per garantire la sicurezza nel trasporto dell'idrogeno a bordo delle autocisterne, in normali condizioni di pressione e temperatura atmosferica. Le cinque società di Singapore lavoreranno a stretto contatto con le giapponesi Chiyoda e Mitsubishi per "valutare la fattibilità tecnica e commerciale dell'uso dell'idrogeno, per sviluppare opzioni commerciali per l'importazione e l'uso dell'idrogeno a Singapore" fanno sapere da Psa. "Ci fa piacere evidenziare il nostro impegno verso iniziative sostenibili attraverso questo accordo. Limitare le emissioni di carbonio per ridurre l'impatto dei cambiamenti climatici è un pilastro fondamentale delle nostre attività e questo progetto crea un'opportunità entusiasmante in questo senso" affermato Ong Kim Pong, direttore esecutivo regionale internazionale del Psa nel Sud-est Esiatico. Lo scorso anno, Psa Singapore ha movimentato 36,9 milioni di teu.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: