Gioia Tauro sospende le tasse d’ancoraggio e i canoni demaniali

"In attesa che il decreto Cura Italia venga convertito in Legge dello Stat, l’ente ha adottato un concreto strumento di supporto all’intero territorio, per fronteggiare l’imminente crisi economica che il comparto dovrà necessariamente affrontare"

Gioia Tauro - Per fronteggiare l’improvvisa riduzione dei traffici marittimi relativi al trasporto delle merci e delle persone e per dare immediato sostegno all’economia dell’intero settore, compreso anche il comparto turistico, l’Autorità portuale di Gioia Tauro, guidata dal commissario straordinario Andrea Agostinelli, ha proceduto alla relativa esenzione temporanea della riscossione delle tasse d’ancoraggio e dei canoni demaniali, in linea con quanto determinato da Assoporti, l’associazione nazionale di categoria. "In attesa che il decreto Cura Italia venga convertito in Legge dello Stato, che prevede appunto la sospensione delle tasse d’ancoraggio, per le imprese ex artt. 16, 17 e 18 della legge 28 gennaio 1994, e dei canoni demaniali per le aziende ex art. 36 della legge istitutiva delle Autorità portuali, l’ente ha adottato un concreto strumento di supporto all’intero territorio, per fronteggiare l’imminente crisi economica che il comparto dovrà necessariamente affrontare", si legge in una nota.

©RIPRODUZIONE RISERVATA