Accordo Dogane-Assoporti per il rilancio delle banchine

Roma - È stato sottoscritto ieri tra il direttore generale dell'Agenzia dogane e monopoli (Adm), Marcello Minenna, e il presidente dell'associazione dei Porti italiani (Assoporti), Daniele Rossi, un accordo per il rilancio della competitività del sistema

Roma - È stato sottoscritto ieri tra il direttore generale dell'Agenzia dogane e monopoli (Adm), Marcello Minenna, e il presidente dell'associazione dei Porti italiani (Assoporti), Daniele Rossi, un accordo per il rilancio della competitività del sistema portuale e logistico nazionale e lo sviluppo dei traffici nei porti.

Lo scopo del progetto è quello di favorire gli operatori e le imprese del settore, mediante il coordinamento e la costituzione di tavoli tecnici (Taap), il riconoscimento di benefici fiscali e le semplificazioni operative. Tra gli strumenti utili per la concreta realizzazione delle finalità perseguite: la digitalizzazione delle procedure doganali nelle aree portuali con particolare attenzione a quelle relative alle importazioni ed esportazioni, agli adempimenti doganali connessi all'entrata-uscita delle merci, all'imbarco-sbarco, agli adempimenti e condizioni connessi al pagamento e alla riscossione delle tasse portuali e di ancoraggio, attraverso la standardizzazione delle relative modalità operative.

Una sinergia, quella tra l'Agenzia e Assoporti, che trova la sua forma pratica nell'istituzione di una cabina di regia composta da un rappresentante per ognuna delle due parti, in collaborazione, in caso di necessità, con i rappresentanti delle singole Autorità di sistema portuale.

Richiesta storica della Confetra, nei fatti l'accordo permette di sperimentare semplificazioni e digitalizzazioni dei procedimenti tarati sulle specificità merceologiche di ogni singolo scalo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: