Genova, operativo il terminal di Calata Bettolo: la prima nave il 12 ottobre

Il terminal di Bettolo rappresenta una delle principali opere portuali degli ultimi anni in Italia: in attesa dell’arrivo lunedì prossimo della prima nave carica di container pieni, che sarà la “Msc Sena” (2.500 teu di capacità) è arrivata la “Msc Bhavya”, portacontainer da circa 5.000 teu.

di Alberto Ghiara

Genova - Arriverà il 12 ottobre a Genova la prima nave commerciale con destinazione Terminal Bettolo: nel 528esimo anniversario dello sbarco di Cristoforo Colombo nelle Americhe, comincerà così l’avventura operativa della grande banchina del bacino di Sampierdarena, opera attesa da circa 15 anni. Il terminal, gestito da Msc, è operativo dal 7 ottobre. La compagnia lo ha comunicato agli operatori del porto, che ora possono cominciare a prepararsi a ricevere e spedire le merci anche da questa banchina.

Il terminal di Bettolo rappresenta una delle principali opere portuali degli ultimi anni in Italia: in attesa dell’arrivo lunedì prossimo della prima nave carica di container pieni, che sarà la “Msc Sena” (2.500 teu di capacità) è arrivata la “Msc Bhavya”, portacontainer da circa 5.000 teu su cui sono stati compiuti alcuni test tecnici sulle operazioni di carico e scarico utilizzando container vuoti. L’avvio delle operazioni a Bettolo è molto atteso dalla comunità portuale genovese e rappresenta una sfida alla capacità dello scalo genovese di attrarre nuovi traffici. Il gate è automatizzato, le operazioni di assistenza agli autotrasportatori saranno effettuate dagli spedizionieri al varco San Benigno. «Siamo pronti - dice Giampaolo Botta, direttore generale di Spediporto - per garantire a Msc l’assistenza che stiamo già fornendo agli altri terminal genovesi e speriamo che Bettolo possa generare nuovo traffico per il porto». A guardare con attenzione a come si svilupperà il nuovo terminal sono anche gli autotrasportatori. «Speriamo - afferma Gioacchino D’Andria, responsabile per la Liguria di Fai (Federazione autotrasportatori italiani) - che il traffico possa crescere complessivamente per Genova senza che ci si porti via il lavoro all’interno del porto e che l’avvio dell’operatività sia di buon auspicio». Il terminal potrà ospitare a regime fino a 800 mila teu all’anno, ma per accogliere le navi di dimensioni maggiori dovrà attendere la realizzazione dei lavori della nuova diga e del nuovo accesso al porto da Levante, a cui sta lavorando l’Autorità di sistema portuale. La concessione è stata assegnata a Msc nel 2018. All’interno del sistema portuale del mar Ligure Occidentale, Msc dovrà confrontarsi da un lato con il gigante di Singapore Psa, che proprio quest’anno ha assunto il controllo oltre che del terminal di Pra’ anche del Sech, confinante proprio con Bettolo; e dall’altro con i danesi di Maersk, che dal 2019 gestiscono assieme al socio di minoranza Cosco il nuovo terminal di Vado Ligure. —

©RIPRODUZIONE RISERVATA