"Taranto, il governo rifinanzi l'Agenzia del lavoro"

Taranto - Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, chiede al governo di rifinanziare l’Agenzia per il lavoro portuale di Taranto, le cui risorse terminano a giugno prossimo. L’Agenzia ha attualmente in carico i circa 500 addetti ex Tct

Taranto - Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, chiede al governo di rifinanziare l’Agenzia per il lavoro portuale di Taranto, le cui risorse terminano a giugno prossimo. L’Agenzia ha attualmente in carico i circa 500 addetti ex Taranto container terminal (Tct), società con la quale la compagnia Evergreen ha gestito il terminal container di Taranto sino a fine 2014.

Gli ex Tct dovrebbero essere rioccupati dal nuovo concessionario del terminal, il gruppo turco Yilport attraverso la società San Cataldo Container Terminal. Per il sindaco di Taranto, «appare quanto mai prioritario che le istituzioni deputate guardino con grande attenzione e celerità all’esigenza di procrastinare, e dunque rifinanziare, lo strumento dell’indennità di mancato avviamento al lavoro per i soggetti rientranti nella Taranto Port Workers Agency, istituita dalla Legge 18/2017, come già precisamente invocato dalle organizzazioni sindacali di categoria lo scorso 12 ottobre, nella loro missiva al presidente del consiglio, Giuseppe Conte».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: