Trieste, D’Agostino verso la conferma. Per Sommariva ipotesi La Spezia

Le decisioni del Mit non sono ancora ufficiali, perché il governo attende di completare gli incastri nelle tredici Autorità portuali (su sedici) con i vertici in scadenza. Per D’Agostino scattano dunque i 45 giorni di proroga

di Diego D'Amelio

Trieste - Il ministero dei Trasporti ha deciso. Zeno D’Agostino sarà rinnovato nel ruolo di presidente dell’Autorità portuale del Mare Adriatico orientale. Ieri la ministra Paola De Micheli ha chiesto alla Regione di esprimere il suo parere e il governatore Massimiliano Fedriga condivide in toto. E mentre D’Agostino si avvia a un nuovo quadriennio a Trieste, la coppia con Mario Sommariva pare vicinissima a dividersi, perché l’attuale segretario generale è in prima fila per la designazione a presidente dell’Autorità portuale del Mar Ligure orientale, con sede a La Spezia.  Lo scrive Il Piccolo di Trieste.

Le decisioni del Mit non sono ancora ufficiali, perché il governo attende di completare gli incastri nelle tredici Autorità portuali (su sedici) con i vertici in scadenza. Per D’Agostino scattano dunque i 45 giorni di proroga, automaticamente previsti per tutti gli enti della pubblica amministrazione, quando le procedure di nomina sono ancora in svolgimento. Il ministero ha un mese e mezzo per formalizzare la sua decisione su Trieste e lo farà non appena avrà definito l’intero quadro dei presidenti. Su D’Agostino non ci saranno comunque colpi di scena. Dal ministero è arrivata la richiesta alla giunta regionale di dare l’intesa (il parere previsto dalle norme è solo consultivo) sulla decisione e Fedriga preannuncia che tutto andrà come previsto: «Daremo l’intesa al ministro, dando continuità al lavoro svolto in questi anni con D’Agostino. Con il presidente dell’Autorità portuale abbiamo lavorato in piena sintonia, come dimostrano le operazioni di governance messe in campo per il porto di Monfalcone». Per completate l’iter servirà il parere parlamentare, espresso dalle Commissioni competenti delle due Camere.
Leggi l'articolo completo sul Piccolo

©RIPRODUZIONE RISERVATA