Torre piloti Genova, parte la gara

Genova - Poco più di 17 milioni di euro per 720 giorni di lavoro. L’Autorità di sistema portuale ha pubblicato la gara relativa alla presentazione delle manifestazioni di interesse per la realizzazione della nuova Torre piloti del porto di Genova

di Matteo Dell'Antico

Genova - Poco più di 17 milioni di euro per 720 giorni di lavoro. L’Autorità di sistema portuale ha pubblicato la gara relativa alla presentazione delle manifestazioni di interesse per la realizzazione della nuova Torre piloti del porto di Genova. La struttura sorgerà nell’area delle Riparazioni navali, vicino al Padiglione Blu della Fiera. Nel documento pubblicato da Palazzo San Giorgio si parla di «progettazione definitiva ed esecutiva» della struttura e viene specificato che le manifestazioni di interesse da parte delle imprese interessate a costruire la nuova Torre piloti dovranno essere inviate all’Authority «entro il giorno 23 novembre 2020».

Il bando di Palazzo San Giorgio precisa pure che una volta raccolte le candidature delle aziende, si procederà «all'invito di non più di dieci operatori economici, ove esistenti, che abbiano formulato idonea manifestazione di interesse e che siano in possesso dei requisiti previsti per la partecipazione». In ogni caso, è ormai evidente che la nuova struttura non potrà essere operativa almeno prima della fine del 2023: da qui all’affidamento dei lavori passeranno almeno alcuni mesi, e per la costruzione dell’edificio studiato dall’architetto Renzo Piano ci vorranno all’incirca due anni.

LO STUDIO

Nel frattempo Cetena, società con sede a Genova controllata da Fincantieri, si è occupata di effettuare uno studio relativo alla sicurezza della Torre piloti. L’incarico è stato affidato da Palazzo San Giorgio per un importo di circa 40 mila euro. Secondo quanto risulta a Il Secolo XIX-the MediTelegraph, da parte del Cetena è stato dato il via libera alla realizzazione dell’edificio nella zona della Foce, ma non è escluso che venga realizzata una barriera di protezione attorno alla nuova costruzione per evitare il rischio di collisioni con la struttura ad opera di qualche yacht ormeggiato nella Darsena nautica.

LA STRAGE NEL 2013
La sera del 7 maggio del 2013 la nave “Jolly Nero” del gruppo Messina urtò e fece crollare la vecchia Torre piloti del porto causando la morte di nove persone. Il cargo della compagnia armatoriale genovese stava effettuando una manovra di uscita dallo scalo del capoluogo ligure con destinazione il porto di Napoli, ma la manovra finì fuori controllo.—

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: