Sciopero di 24 ore al Terminal rinfuse

Per problemi non risolti alla movimentazione dell'ossido di Waelz e per la mancanza di investimenti

Il Terminal rinfuse di Genova

Sarà sciopero al Terminal rinfuse di Genova fra il 6 e il 7 maggio prossimi. In un comunicato, i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno spiegato di aver trovato "non soddisfacenti" le risposte fornite dall'azienda durante l’incontro tenutosi nella sede dell'Autorità di sistema portuale del mar Ligure occidentale il 3 maggio scorso.

Le richieste dei sindacati riguardano, spiega ancora il comunicato, "le problematiche connesse alla movimentazione e stoccaggio dell’ossido di Waelz che si aggiungono alle varie questioni già presenti nel terminal dovute alla mancanza di investimenti dedicati all’ammodernamento dei mezzi, ormai vetusti, utilizzati per la movimentazione delle merci così come la pulizia delle banchine". Secondo i sindacati le lamentele sono confermate anche da interventi della Asl "che rilevano criticità dovute alla polverosità delle calate e considerano insufficienti le macchine spazzatrici ad oggi in funzione".

"Pertanto - è la conclusione - le scriventi Organizzazioni sindacali unitamente alla R.S.A. a seguito dell’assemblea dei lavoratori del terminal rinfuse che si è espressa all’unanimità confermano lo sciopero" che si terrà  per 24 ore a partire dalle ore 6 di giovedì 6 maggio fino alle ore 5.59 del 7 maggio. Durante lo sciopero, in ottemperanza alla normativa di prevenzione dal contagio da Covid-19, si terrà un presidio nell’area esterna al gate del terminal.

©RIPRODUZIONE RISERVATA