Genova, sospeso lo sciopero del 28 luglio

“Sono certo che, anche grazie ad importanti investimenti pubblici, il nostro porto crescerà moltissimo nei prossimi anni” ha detto Giovanni Toti

Marco Balostro / Freaklance

Genova - Accordo fatto in prefettura: i sindacati sospendono lo sciopero del porto di Genova che era stato proclamato per lunedì prossimo e lo sciopero dei portuali della Culmv del 28 luglio. Giovedì prossimo si aprirà un tavolo di confronto fra Regione, Comune, Autorità di sistema portuale, Capitaneria di porto, Confindustria Genova, Culmv e Filt-Cgil,Fit-Cisl e Uiltrasporti, per arrivare a stipulare un “Patto per  il porto e per il lavoro” raccogliendo la proposta di Giovanni Toti.

«Visti gli impegni concreti assunti dalle istituzioni» commentano i segretari di Filt-Cgil, Fit- Cisl e Uiltrasporti e «considerate le aperture soprattutto in materia di sicurezza dichiarate da Confindustria alla presenza del prefetto» gli scioperi del 19 e del 28 sono sospesi. Resta invece confermato quello del 22 dei lavoratori di Stazioni Marittime, essendo legato ad una questione puramente aziendale.

"Questa mattina in prefettura ho proposto ai sindacati e ai terminalisti di sedersi attorno ad un tavolo per siglare un patto per il lavoro in porto e sono felice che la mia proposta sia stata accolta. Giovedì 22 luglio a Palazzo San Giorgio si costituirà un tavolo per il lavoro portuale, la sua crescita e il suo sviluppo. Credo sia importante sfruttare questo momento di crescita e di investimenti nella nostra Regione per costruire una nuova visione di porto, dove al centro non ci siano solo investimenti e infrastrutture ma anche produttività e qualità del lavoro. Le condizioni per un nuovo dialogo ci sono tutte, ho trovato un clima molto sereno e volontà di ascolto".  Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti dopo la sospensione dello sciopero dei portuali in programma il 19 e il 28 luglio in seguito al vertice che si è svolto questa mattina in Prefettura con il sindaco Marco Bucci, i sindacati, Culmv, Capitaneria, Autorità Portuale e Confindustria: "Sono certo che, anche grazie ad importanti investimenti pubblici, il nostro porto crescerà moltissimo nei prossimi anni - ha aggiunto il presidente Toti -. C'è bisogno di formazione professionale che garantisca lavoro nel futuro e l'obiettivo è quello di avere un porto sempre più sicuro ed efficiente".

©RIPRODUZIONE RISERVATA