Grendi, una festa per l'avvio delle attività al terminal internazionale

Cagliari - Il gruppo Grendi da luglio è operativo anche sul terminal internazionale di Porto Canale a Cagliari e celebra questo nuovo traguardo con due giorni di proiezioni cinematografiche sotto le stelle. L’iniziativa - in programma oggi e domani nel terminal cagliaritano - è realizzata in collaborazione con Fondazione Sardegna Film Commission e insieme all’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna e Consorzio Industriale Provinciale di Cagliari

Cagliari - Il gruppo Grendi da luglio è operativo anche sul terminal internazionale di Porto Canale a Cagliari e celebra questo nuovo traguardo con due giorni di proiezioni cinematografiche sotto le stelle. L’iniziativa - in programma oggi e domani nel terminal cagliaritano - è realizzata in collaborazione con Fondazione Sardegna Film Commission e insieme all’Autorità di Sistema Portuale del mare di Sardegna e Consorzio Industriale Provinciale di Cagliari. Il porto di Cagliari è un punto focale della strategia operativa del gruppo Grendi che offre servizi di logistica integrata per la Sardegna e che nel primo semestre del 2021 ha movimentato nel terminal di Cagliari 17.500 teu, più 7% rispetto al 2020, di container provenienti-destinati all’estero per clienti come Hapag Lloyd e sc, alla quale il gruppo da oltre un anno ha offerto un servizio terminalistico nella sua area storica prima di ottenere questo spazio dedicato nel terminal internazionale.

Più in dettaglio il nuovo terminal internazionale gestito dal gruppo Grendi è sito in un tratto di banchina di 350 metri sugli oltre 1.500 totali del Porto Canale di Cagliari con un’area retrostante di circa 86 mila metri quadrati e il gruppo ha ottenuto l’anticipata occupazione dell’area, in attesa dell’autorizzazione ex art. 18 della legge 84/94, per l’attività terminalistica per intercettare il traffico locale import/export della Sardegna: «Con l’avvio dell’operatività del terminal internazionale il Gruppo Grendi ha l’obiettivo di porre le basi per una rete efficiente di trasporto internazionale di container a supporto della ripartenza del comparto portuale e industriale della Sardegna - dichiara Antonio Musso, amministratore delegato di Grendi Trasporti Marittimi -. Questo progetto è a servizio sia del traffico internazionale destinato che generato in Sardegna e ha l’intenzione di crescere». In Sardegna il gruppo dispone con quest’ultima concessione di 175 mila metri quadrati di magazzini di distribuzione. È il punto di riferimento per il trasporto e la distribuzione di prodotti per diverse aziende e collega con una linea marittima il porto di Marina di Carrara a Cagliari cinque volte a settimana. Nel 2021 ha lanciato anche un nuovo collegamento merci con il Nord dell’Isola, da Marina di Carrara a Olbia con conseguente riduzione del traffico di camion per il trasporto di merci tra il Nord e il Sud dell’Isola e limitazione anche delle emissioni di gas clima alteranti, un contributo del gruppo alla sostenibilità dell’isola destinato a crescere.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: