Prete (Taranto): “Stiamo lavorando con Msc per attirare più crocieristi”

Per il resto dell'attività portuale, Prete dice: "Abbiamo un segnale positivo sui dati generali del traffico. La toccata di Maersk ad agosto è stata positiva”

Il porto di Taranto

Taranto - "Ci sono notizie positive per Msc e per le altre compagnie croceristiche per la prossima stagione. Stiamo lavorando per il consolidamento del rapporto con Msc e per l'ampliamento delle presenze su Taranto". Lo ha detto all'AGI il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Jonio, porto di Taranto, a margine della presentazione degli eventi di "Taranto Port Days 2021" che dal 1 al 4 ottobre si terranno nell'area della calata 1 dello scalo.

Per Msc, che ha toccato quest'anno Taranto per la prima volta con un itinerario mediterraneo della nave Seaside, i dati forniti dalla compagnia parlano di 28 approdi per la stagione e di 51.469 passeggeri transitati sinora. "Siamo molto contenti per questa presenza importante e anche per la soddisfazione di Msc dovuta all'ampiezza dell'offerta delle escursioni" ha detto Prete. Per il resto dell'attività portuale, Prete afferma: "Abbiamo un segnale positivo sui dati generali del traffico. La toccata di Maersk ad agosto è stata positiva. Aspettiamo a breve notizie importanti sul terminal container con una impennata di traffico dovuta a nuove presenze. Sappiamo - aggiunge - che i gestori del terminal container stanno discutendo con Maersk di una eventuale presenza e si stanno muovendo anche per altri operatori. Il 2021 - spiega il presidente dell'Authority - si sostanzia con un consolidamento di una progettualità condivisa che ha visto intanto la grande novità del porto come sbarco e imbarco dei croceristi e la presenza di due operatori di livello internazionale come Globlal Ports e Msc che hanno portato Taranto ad avere una visibilita' molto importante e molto positiva". Inoltre, rileva Prete, "siamo andati avanti con le infrastrutture che avranno sviluppo nei prossimi mesi. Mi riferisco agli interventi per adeguamento e riqualificazione delle aree tra il porto e la città, al varco est, al completamento del centro Falanto per il traffico croceristico, al water front, alla stazione torpediniere".

©RIPRODUZIONE RISERVATA