Genova, depositi chimici in porto: "L’Authority pubblichi la delibera"

Genova - Una parte della segreteria del Partito democratico di Genova incalza il sindaco del capoluogo ligure, Marco Bucci, per avere informazioni sul trasferimento di Carmagnani e Superba dal quartiere genovese di Multedo a Ponte Somalia, all’interno del bacino portuale di Sampierdarena

di M. D. A.

Genova - Una parte della segreteria del Partito democratico di Genova incalza il sindaco del capoluogo ligure, Marco Bucci, per avere informazioni sul trasferimento di Carmagnani e Superba dal quartiere genovese di Multedo a Ponte Somalia, all’interno del bacino portuale. In buona sostanza denunciando pure che il piano sostenuto da Bucci e approvato dall’Autorità di sistema portuale di Genova e Savona non è una semplice ricollocazione ma «un’espansione del sito produttivo di Superba nell’area di Ponte Somalia».

A dirlo sono tre membri della segreteria genovese del Pd: Vittoria Canessa Cerchi, che ha la delega allo Sviluppo economico e Politiche per l’innovazione ed è vicina all’ex governatore ligure Claudio Burlando e al consigliere regionale e vice presidente del Consiglio regionale, Armando Sanna; Franco Marenco, con delega all’Urbanistica e Rigenerazione urbana, ex presidente del Municipio Centro Ovest che ha sede a Sampierdarena e camallo della Compagnia Unica; Mattia Visciotto, che nella segreteria del Pd genovese ha la delega a Lavoro e Iniziativa politica.

I tre, sulla base dei progetti presentati, hanno rielaborato la mappa della futura disposizione dei depositi a Sampierdarena (nell’illustrazione qui sopra). E chiedono da parte di Palazzo San Giorgio la pubblicazione dell’atto che ha dato il via libera, lo scorso 30 dicembre, allo spostamento di Carmagnani e Superba a Ponte Somalia sottolineando inoltre che solo due delle dieci domande che il Pd di Genova ha inviato al sindaco sul trasferimento hanno «trovato risposta, seppur a mezzo stampa». «Per le altre otto domande - aggiungono i tre - avremmo preferito risposte chiare alla città da parte del sindaco-commissario Bucci, ma così ancora non è stato. Attenderemo quindi la convocazione del consiglio comunale straordinario richiesto con le forze di opposizione. Nella speranza - aggiungono - che Bucci non fugga anche da quest’occasione di confronto». I tre membri della segreteria provinciale del Pd sottolineano pure che «ai sensi dell’ordinanza 32/2001 le navi cisterna non possono entrare nel bacino di Sampierdarena (dove dovrebbe essere trasferito il polo chimico, ndr.) ma possono solo operare a Multedo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: