Livorno, addio a Francesco Ruffini

Livorno - "E' un giorno triste per Livorno e per la portualità. Oggi la nostra città perde non soltanto il primo segretario generale della Port Authority ma anche un uomo di grandi competenze marittime e portuali" con queste parole il presidente Luciano Guerrieri, ha voluto esprimere il proprio cordoglio

Livorno - "E' un giorno triste per Livorno e per la portualità. Oggi la nostra città perde non soltanto il primo segretario generale della Port Authority ma anche un uomo di grandi competenze marittime e portuali, un civil servant che ha saputo dare lustro al porto" con queste parole, il presidente dell'Autorità di sistema portuale, Luciano Guerrieri, ha voluto esprimere il proprio cordoglio per la scomparsa di Francesco Ruffini, che dal 1996 al 2003 ha guidato l'Autorità portuale di Livorno a fianco del presidente Nereo Marcucci.

Il segretario generale dell'ente, Matteo Paroli, lo ricorda come "stimato uomo delle istituzioni che nelle pubbliche responsabilità ricoperte si è prodigato per per il bene comune. La sua morte rappresenta un motivo di dolore profondo per tutti noi. Il suo impegno costante e mai scontato ha contribuito a rendere grande il nostro porto. A nome di tutti i dipendenti dell'Adsp, esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia, alla quale ci stringiamo idealmente in questo momento di tristezza". Ruffini era padre del celebre attore di commedie, Paolo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA