Culmv, Benvenuti: “Altro che tagli al lavoro portuale, le chiamate stanno crescendo” / INTERVISTA

"Premetto che stiamo commentando  l’articolo di giornale, perché a me non è arrivato alcun tipo di documentazione. Io posso solo dire che negli ultimi mesi, in termini di chiamate, sono stati superati i livelli del 2019". Così il console dei portuali genovesi

di Alberto Quarati

Genova - "Premetto che stiamo commentando esclusivamente l’articolo di giornale, perché a me non è arrivato alcun tipo di documentazione. Detto questo, i terminalisti avranno i mezzi per fare le loro previsioni. Io posso solo dire che negli ultimi mesi, in termini di chiamate, sono stati superati anche i livelli del 2019".

Antonio Benvenuti, console della Compagnia unica dei portuali genovesi, commenta così il documento tecnico inviato dalla sezione Terminal Operators di Confindustria all’Autorità di sistema, che nel quadro del Piano organico porto (che deve dare la programmazione del lavoro nello scalo) e che prevede per la Culmv un taglio di 7.000 chiamate in banchina nel 2022 e di 34 mila nel 2023, anticipato dal Secolo XIX.

CONTINUA

©RIPRODUZIONE RISERVATA