Affonda un cargo alle Galapagos, in mare 8.000 litri di gasolio. Allarme nell'arcipelago patrimonio Unesco

Un piccolo cargo di proprietà privata è naufragato ieri vicino all'isola di Santa Cruz, nell'arcipelago ecuadoriano delle Galapagos,con una fuoriuscita in mare di gasolio stimata in quasi 8.000 litri

Playa de la Estacion, nell'arcipelago delle Galapagos, inquinata dallo sversamento di petrolio proveniente dal cargo affondato

Genova - Un piccolo cargo di proprietà privata è naufragato ieri vicino all'isola di Santa Cruz, nell'arcipelago ecuadoriano delle Galapagos, con una fuoriuscita in mare di gasolio stimata in quasi 8.000 litri. Lo scrive oggi il quotidiano Expreso di Quito. Per far fronte all'emergenza nella zona considerata Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, aggiunge il giornale, la Capitaneria di porto di Santa Cruz e il Parco nazionale delle Galapagos hanno chiesto l'intervento urgente della compagnia petrolifera Petroecuador.

A quanto si è appreso la nave Albatroz si è capovolta ed è affondata vicino al Puerto Ayora, capoluogo del cantone di Santa Cruz e lo sversamento in mare di 2.000 galloni di gasolio (quasi 8.000 litri) è stato stimato in un comunicato del ministero dell'Ambiente ecuadoriano. Per questo Petroecuador ha indicato di aver attivato un piano di emergenza e consegnato due sezioni di barriere di contenimento per circondare la nave e mitigare gli effetti dell'inquinamento.

I media locali segnalano la presenza di chiazze di idrocarburi in diversi punti della baia. Per questo motivo, il Parco nazionale delle Galapagos ha riferito la sospensione delle attività acquatiche e turistiche a Punta Estrada, così come l'accesso ai siti dei visitatori Playa de los Alemanes, Las Grietas, Playa de la Estación e Ratonera sull'isola di Santa Cruz. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA